Breaking News

Schio, sguardi di donne e foto d’artista

A Schio un’iniziativa artistica e sociale sottolinea come la sensibilità inizi dallo sguardo. Gli spazi dei maxi cartelli in due strade cittadine, via Pasubio e via Conte, ospitano in questi giorni alcune immagini di volti di donna che suggeriscono storie diverse per età, occupazione, status. Il progetto si chiama Sguardi Sensibili e nasce dalla creatività del giovane fotografo scledense Alessandro Settenvini il quale, in collaborazione con l’Informagiovani di Schio, ha realizzato delle gigantografie per riqualificare alcuni luoghi urbani della città e, attraverso le immagini, portare l’attenzione sulle donne di tutte le età.

“In un momento in cui i media segnalano quotidianamente fatti di cronaca nera legati alla violenza sulle donne, queste ultime mi sono sembrate i soggetti più adatti a testimoniare l’attenzione della nostra città per questi argomenti”, ha detto l’artista che in questo modo desidera rendere onore alla bellezza femminile in senso estensivo, nell’intento di dare alle donne una voce e uno spazio, fisico e concettuale, che sia differente da quello che normalmente viene riservato loro nei programmi in tv o negli spazi pubblicitari, dove invece appaiono quasi sempre come “oggetti” da ammirare soltanto per il loro aspetto estetico.

Lo sguardo sensibile che l’artista invita ad avere non è solo quello delle donne che guardano la città dai manifesti ma vuole essere anche un’esortazione agli spettatori a guardare con un’attenzione meno distratta a questi temi. Secondo Settenvini infatti, non è tanto la condivisione di questa sensibilità che manca, più presente nelle generazioni giovani e a volte carente anche nelle donne stesse, quanto il suo approfondimento. La ricerca personale di Settenvini gravita spesso attorno al femminile, alle sue caratteristiche e potenzialità. È a questo mondo che gli sguardi delle immagini chiedono di rivolgere anche i nostri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *