Breaking News
La locandina dell'iniziativa

Santorso, all’ospedale il nuovo servizio Tessitori di Voce

“Ci chiamano Tessitori di Voce. Abbiamo uno scopo: leggere. Abbiamo un sogno: diffondere storie. Andiamo in ospedale per regalare spensieratezza, riflessioni, squarci di luce”. Recita così lo slogan scelto per il lancio di un nuovo servizio che l’Ulss 4 Alto Vicentino offre ai cittadini a partire dall’11 dicembre nell’ospedale di Santorso. Tessitori di Voce è nato dall’accordo di collaborazione con la Fondazione Zoè di Vicenza (Zambon Open Education) e la società cooperativa sociale La Piccionaia, e si inserisce in un più ampio programma dal titolo Guadagnare Salute – Rendere facili le scelte salutari.  Del resto, la lettura deve essere considerata un bene sociale la cui pratica può favorire il benessere generale della persona facilitandone il buono stato di salute psicofisica.

Giovedì 11 dicembre, dalle ore 11 alle 13, si terrà nell’atrio dell’ospedale Alto Vicentino, una maratona di lettura che sarà anche il momento inaugurale del nuovo servizio. Ad animarlo saranno appunto i Tessitori di Voce, un  gruppo di lettori volontari nato dalla collaborazione con Carlo Presotto, direttore artistico della compagnia teatrale La Piccionaia, e con la Fondazione Zoè, con l’obiettivo di diffondere la lettura nelle strutture sanitarie, intesa come sperimentazione di cittadinanza attiva per supportare i pazienti nei reparti ospedalieri. Lo spirito del progetto è allargare il più possibile questo servizio, che si terrà leggendo al paziente nel letto e in forme che poi nasceranno spontanee nei vari reparti ospedalieri coinvolti.

Dal giorno seguente, 12 dicembre, il servizio di lettura sarà attivo ogni venerdì in orario 9.30-11.30 nel reparto di Pediatria; ogni mercoledì dalle 16 alle 18 nel reparto Did (Degenza didattica integrata); ogni giovedì dalle 16 alle 18 nel reparto Fkt (fisiokinesiterapia); ogni due sabati dalle 16 alle 18 nel reparto di Medicina. Inoltre, il 17 dicembre in Fkt i lettori saranno presenti dalle 16.30 alle 17.30 per alcune letture sul Natale.

All’inizio ci saranno due lettori per turno, ma il progetto prevede che il loro numero cresca con l’aumento del numero di volontari disponibili. Per questo servizio i contatti sono:, 346 2100084 (Lucio Basso – Promozione della Salute delle Comunità Locali dell’Ulss 4) e 349 2313633 (Elide Romagnoli, volontaria); e-mail: tessitori.santorso@fondazionezoe.it oppure lucio.basso@ulss4.veneto.it

“La lettura è un bene prezioso che va coltivato, rappresenta ancora un mondo in cui viaggiare con la mente e un sollievo nei momenti pesanti e transitori della nostra vita, come una degenza ospedaliera – nota il Direttore Generale dell’Ulss 4 Daniela Carraro – . L’incontro tra il lettore e il paziente è prima di tutto una significativa relazione umana gratuita, ricca e disinteressata”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *