Veneto

Le piazze del Veneto negli scatti del vicentino Cortiana

A coloro i quali non avessero ancora scelto un regalo di Natale da donare, ci sentiamo di consigliare un prodotto editoriale di alta qualità destinato a rimanere nel tempo. Si tratta di Piazze – luci, arte e poesia nei salotti del Veneto, un volume fotografico di grande formato che contiene 240 pagine di fotografie del vicentino Tranquillo Cortiana, pubblicato di recente dall’editore veronese Cierre Grafica. La raccolta di immagini di 125 piazze tra le più belle del Veneto documenta un lungo lavoro durato sei anni, durante i quali il fotografo, che vive e opera a Costabissara, ha immortalato non solo gli aspetti più scenografici delle piazze venete, ma anche le loro memorie artistiche e monumentali.

Vicenza, Monte Berico
Vicenza, Monte Berico

L’autore ha scelto di suddividere il libro in sette capitoli, ognuno dei quali dedicato ad una delle sette provincie, aprendo con una grande foto aerea per vederne la forma e la struttura ed entrando poi all’interno delle città, privilegiando la piazza come centro delle attività, luogo d’incontro e di passaggio, dove i più grandi architetti e artisti della storia hanno dato prova del loro genio. “La passione per la fotografia è diventata la mia professione – dice Cortiana – . Nel tempo ho maturato l’idea di un’esplorazone fotografica significativa delle piazze del Veneto. La foto architettonica mi affascina per le inesauribili varianti del punto di ripresa, per la ricerca dei giochi di luce che devono essere attesi e cercati nelle pieghe del giorno, nell’alternarsi delle stagioni e nelle diverse mutazioni del tempo atmosferico”.

Così, in una carrellata che soddisfa l’occhio del lettore ed esalta la curiosità e il desiderio di essere lì fisicaamente, Cortiana ritrae e immortala i luoghi più attraenti della regione, dalle Dolomiti alla fascia collinare pedemontana, dal mare al lago, dalle piazze più note a quelle meno conosciute al grande pubblico, ma non per questo meno interessanti e ricche di storia e di cultura.

Ad accompagnare le suggestive fotografie ci sono i testi di Pier Paolo Magalotti, che nelle note introduttive al volume racconta di come anch’egli, fin da bambino, fosse attratto e quasi “stregato” dalla potenza evocativa delle immagini, guardando con curiosità i negativi usati dal padre per fissare i ricordi d’infanzia dei figli.

Le provincie, nel volume, sono elencate in ordine alfabetico e Vicenza è alla fine. Last but not least, direbbero gli inglesi. E noi aggiungiamo che, se Venezia con la magnifica piazza San Marco fa la parte del leone – ricevendo anche gli onori della copertina – e se Verona e Padova sono ben presenti con monumenti e luoghi arcinoti come l’Arena e Prato della Valle, la città berica di sicuro non sfigura, anzi.

Le architetture palladiane acquistano, nelle foto di Cortiana, nuova luce, quasi nuova vita. Valga per tutte l’immagine di una piazza dei Signori colta al crepuscolo, nella luce unica di quel particolare momento del giorno, al limitare della notte, quando per pochi istanti tutto sembra acquisire un diverso aspetto. Un breve momento in cui la sapienza del fotografo è pronta a cogliere quell’attimo quasi sospeso nel tempo.  E’ la magia della luce, che si traspone in immagine stampata in un libro.

Alessandro Scandale

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ti potrebbe interessare...
Close
Back to top button