Breaking News
Laghi

A Laghi l’incanto del Natale più intimo

Nel Comune più piccolo della provincia di Vicenza, a Laghi – appena 130 abitanti – c’è un Natale diverso. Da anni è tradizione, nel giorno della vigilia e in quello di Santo Stefano, che il borgo dell’Alto Vicentino si riempia di visitatori e curiosi nella piazzetta e nelle stradine attorno al piccolo lago, lontano dal caos della città e della corsa sfrenata agli acquisti.

L’appuntamento si chiama, a ragion veduta, Incanto di Natale a Laghi, e negli stand della Pro Loco, addobbati con rami di abeti, si trovano cioccolata calda e vin brulè dall’aroma speziato. Nei giorni del mercatino si assaggiano cibi preparati con la stessa passione di un tempo: i famosi gnocchi di Laghi, il minestrone, la polenta  con la tosella e il cotechino. Curiosando tra i suggestivi angoli del paese si trova l’albero di ghiaccio e il presepe adagiato sul fondo della fontana, l’antica macina con la quale si otteneva l’olio di noci e assistere alla preparazione del formaggio nello storico caseificio. Poi, al calar della sera, in un’atmosfera quasi d’altri tempi, si accendono le luci del presepio sul lago con fuochi artificiali, corteo e fiaccolata.

Il programma di mercoledì 24 dicembre:
ore 15.00 mercatino di Natale in piazza; canto della stella nei punti più caratteristici del Paese con il Gruppo Corale Le voci del Vento di Arsiero – Villaverla, la Banda di Mosson e la musica tipica degli Zampognari.
ore 17.30 accensione delle luci del presepio sul lago con fuochi artificiali; corteo fiaccolata.
ore 21.00 concerto aspettando la Messa di mezzanotte all’interno del capannone riscaldato.
ore 24.00 messa di mezzanotte nella chiesa di S. Barnaba animata dal coro.

E quello di venerdì 26 dicembre:
ore 9.00 – 20.00  mercatino di Natale attorno alla chiesa e al campanile con più di 80 espositori di prodotti tipici e lavorazioni artigianali, con dimostrazione dei mestieri di una volta. La giornata sarà allietata dagli zampognari.
ore 15.00 Concerto di S. Stefano nella chiesa di Santa Barbara

La chiesa si riempie ogni anno in occasione di questo appuntamento che ha radici lontane nel tempo. Quest’ anno il concerto assume particolare significato nel ricordo di due grandi musicisti, Richard Strauss nel 150° della nascita e Arrigo Pedrollo nel 50° della morte. Si esibiranno il coro Amici della montagna di Trissino, diretto da Gianni Peruffo; il gruppo cantanti solisti Aline Carraro – Jose Borgo – Gian Luca Zoccatelli – Alberto Spadarotto; il Quartetto strumentale con il ritorno al pianoforte del maestro Antonio Camponogara; il coro gospel Note in Blu di Bassano, coordinato da Dino Stella.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *