Giovani e anziani a confronto grazie alle Acli

In occasione delle feste natalizie le Acli di Vicenza danno vita ad un progetto che favorisce il confronto tra giovani e anziani. L’iniziativa “Dolci ricordi: il pranzo di Natale” coinvolge infatti gli iscritti della Federazione anziani e pensionati (Fap) delle Acli e gli studenti del settore ristorazione del centro di formazione Enaip di Vicenza. Agli anziani spetta il compito di raccontare le ricette e tradizioni che caratterizzavano il loro pranzo di Natale. Ai giovani studenti spetterà, poi, quello di cucinare i piatti migliori.

Andrea Luzi
Andrea Luzi

I soci della Fap Acli potranno mandare i loro racconti alla segreteria della Fap Acli (vicenza@fap.acli.it, via Enrico Fermi n. 203) entro febbraio. I partecipanti che meglio racconteranno le emozioni e i sapori della tradizione natalizia verranno premiati con una selezioni di prodotti tipici dell’enogastronomia vicentina. I ragazzi delle due prime e delle due terze del corso di ristorazione della scuola Enail di Vicenza cucineranno, quindi, i piatti migliori. Piatti che saranno gustati dai soci Fap con un pranzo nel mese di marzo.

“Dolci ricordi: il pranzo di Natale” si inserisce nel progetto della Fap di Vicenza “Il filo d’Arianna”, con il quale si vuole favorire l’incontro e la solidarietà tra le diverse generazioni. “Non ci può essere futuro senza radici – dice infatti Renzo Grison, segretario provinciale della Fap Acli di Vicenza – Per questo motivo vogliamo dare l’occasione ai nonni di raccontare ai giovani come veniva vissuta la preparazione del Natale e quali erano i piatti della tradizione attorno a cui si riunivano le famiglie”.

“Questa iniziativa della Fap Acli di Vicenza – spiega il direttore generale del sistema Acli di Vicenza, Andrea Luzi -, che con i suoi 17 mila iscritti è la più rappresentativa a livello nazionale, continua il percorso di formazione delle Acli, iniziato l’anno scorso, con i ragazzi dell’Enaip di Vicenza, insieme ai quali abbiamo affrontato i temi del lavoro e dello stalking. “Questa iniziativa – continua Luzi –  guarda alla dimensione locale e a quella globale: in una società sempre più multietnica è importante ricordare le nostre tradizioni e i nostri valori”.

Anna Moro
Anna Moro

L’iniziativa “Dolci ricordi: il pranzo di Natale” cerca infatti di favorire anche l’integrazione dei ragazzi stranieri. “I ragazzi non prepareranno solo i piatti – spiega la direttrice della sede di Vicenza di Enaip Veneto, Anna Moro -, ma conosceranno i piatti della tradizione natalizia italiana attraverso un percorso formativo”. “È un’occasione – continua Moro – per permettere ai ragazzi di essere protagonisti e per mettere in pratica quanto hanno imparato”.

La collaborazione tra le Acli e l’Enaip di Vicenza continuerà, poi, con una borsa di studio che l’anno prossimo la Fap metterà a disposizione degli studenti. “I giovani sono la linfa vitale della nostra società”, conclude infatti Andrea Luzi.

Martina Lucchin

5 Commenti

  1. antonio tresa

    CHE GIORNO DI MARZO?

    • L’articolo è datato 15 dicembre 2014. E’ probabile che allora non fosse stata ancora fissata la data precisa…

      • cortesemente,è stata poi fissata la data per l’incontro? grazie

        • Gentile sig. Antonio, presumo che il suo post sia precedente la nostra telefonata, comunque le confermo che l’iniziativa si concluderà a marzo 2015, quindi successivamente verrà organizzato il pranzo compatibilmente con i tempi necessari a coordinare le diverse attività e presenze associative. I migliori saluti, Matteo Crestani, resp. Ufficio Stampa Acli di Vicenza e del Veneto

        • antonio tresa

          Ringrazio e resto in attesa. AT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *