Sport

Basket femminile, il Famila Schio doma le Lupe del SML

Questa sera, nella penultima giornata del campionato italiano di serie A1, giocata al PalaCampagnola alle 18, il Famila Wuber Schio si è imposto, faticando non poco, sulle giallonere del Fila San Martino di Lupari con il punteggio di 67-60. In virtù della sconfitta di Umbertide, il secondo posto in classifica delle scledensi è assicurato, così come lo è l’accesso alle final four di coppa Italia. Mentre per le padovane sarà decisiva la partita di domenica prossima.

I primi minuti del match sono appannaggio delle Lupe che, con un frastornante 0-8, tentano di prendere il largo. Il pubblico è sconcertato dall’apatica reazione delle arancioni all’egemonia del Fila, che continua a segnare e vola a +12, 4-16. Per il Famila sembra essere scesa in campo solo Iva Sliskovic. Infatti è la lunga croata che, con 9 punti, tiene a galla le scledensi. Poi Anderson accorcia ancora le distanze, per il 12-19 finale.

Nella seconda frazione, le campionesse d’Italia cambiano registro. Infatti difendono in maniera più aggressiva e si mostrano più reattive, tanto che, con 6 punti di Gatti e un canestro di Masciadri, si portano in vantaggio, 28-25. Ma la corsa di Schio viene interrotta da Abignente, allenatore delle giallonere, che chiede un minuto di sospensione per riorganizzare il gioco – in questa fase poco produttivo – delle sue ragazze. Al rientro in campo, Gianolla e Pye riportano in vantaggio il SML, ma un canestro dai 6.75 di Anderson permette al Famila di chiudere la prima metà della gara sul 31-29.

Due punti di Sottana inaugurano il terzo periodo di gioco e valgono il +4 per Schio. Rispondono Bailey e Favento, che impattano sul 33-33. Poi Zandalasini strattona un’avversaria e gli arbitri la puniscono con un fallo antisportivo. Le ospiti non sfruttano la situazione, perché fanno 1 su 2 ai liberi (33-34) e sprecano l’extra possesso, ma poi riescono comunque a volare a +6, 33-39. Un controparziale di 6-0 del duo Anderson-Sliskovic riporta la gara in parità, 39-39. Nei minuti rimanenti, nessuna squadra riesce a prevalere, così il quarto si chiude ancora in equilibrio, sul 44-44.

Tutto si decide negli ultimi dieci minuti, che iniziano con un botta e risposta tra Masciadri e Bailey (46-46). Dopo un fallo tecnico fischiato a Ress sul 46-49, e uno inflitto a Bailey, la partita si trova ancora in bilico, dato che a 90” dal termine il tabellone recita 60-60. Due liberi di Macchi a 30” dalla sirena rompono l’equilibrio, portando il risultato sul 62-60. I falli sistematici del Fila mandano in lunetta le arancioni, che non sbagliano e si aggiudicano il derby veneto per 67-60.

Ecco gli altri risultati del dodicesimo turno:

  • Passalacqua Ragusa – Carispezia V. La Spezia 76-40
  • Lavezzini Parma – Saces Mapei Coconuda Dike Napoli 51-60
  • Pallacanestro Vigarano – Calligaris Triestina 80-59
  • Gesam Gas Lucca – Acqua&Sapone Umbertide 63-57
  • Ceprini Costruzioni Orvieto – C.U.S. Cagliari 91-64
  • Techmania Battipaglia – Umana Venezia 72-65

Ilaria Martini

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ti potrebbe interessare...
Close
Back to top button