Sport

Vicenza corsaro ad Avellino, prima vittoria esterna

La cura Marino funziona: il Vicenza porta a casa la seconda vittoria consecutiva, la prima in trasferta in questo campionato, e si allontana dalla zona calda della classifica. Decide un gran gol di Cocco nel primo tempo, ma i biancorossi devono ringraziare anche Bremec (autore di una super-parata su Arrighini), un pizzico di buonasorte (palo di Comi) e un abbaglio della terna arbitrale, che annulla un gol regolare all’Avellino.

Al Partenio Marino conferma per nove undicesimi la formazione vittoriosa contro la Pro Vercelli, con il rientro di Bremec tra i pali al posto di Vigorito e l’innesto di Sampirisi sulla corsia destra, con  Laverone avanzato nel tridente offensivo dove il sacrificato è Lores Varela. Moretti, fresco della doppietta contro i piemontesi, cerca di sfruttare subito il momento di grazia: il suo destro dal limite dopo 5 minuti si spegne di poco sul fondo. La prima metà della gara scorre via senza particolari sussulti. Al 27′ il lampo che brucia a sorpresa la difesa dell’Avellino: cross di Laverone e girata al volo di collo pieno di Cocco, che si insacca a fil di palo. Per il centravanti biancorosso è la terza rete stagionale, frutto di un pregevolissimo gesto tecnico, applaudito dallo stesso portiere Gomis. La reazione irpina è confusa e improduttiva, almeno fino all’intervallo: i padroni di casa chiudono il Vicenza nella sua metà campo, ma Bremec non corre particolari pericoli.

A impensierire per primo seriamente il portiere biancorosso è Zito in avvio di ripresa: sinistro al volo su respinta di Brighenti, bloccato in due tempi dal numero uno spagnolo. L’Avellino ci prova con insistenza e al 23′ è solo il palo a dire di no a Comi, che si avventa su un cross di Castaldo e centra il legno in girata dall’interno dell’area piccola. Il tecnico biancoverde Rastelli le prova tutte e inserisce anche la quarta punta, Arrighini, che ha sulla testa la palla del pareggio a sette minuti dal 90′: Bremec la leva letteralmente dalla porta con un intervento miracoloso. In realtà l’Avellino aveva raggiunto il pareggio già due minuti prima: rete ingiustamente annullata a Comi, per un fuorigioco inesistente nella deviazione su tiro dal limite di D’Angelo. L’assedio finale al fortino biancorosso non trova varchi: i campani cadono per la prima volta in casa, il Vicenza prosegue la risalita.

AVELLINO – VICENZA 0-1

AVELLINO (3-5-2): Gomis; Bittante (33′ st Petricciuolo), Pisacane, Chiosa; Zito (26′ st Arrighini), Comi, Castaldo, D’Angelo, Visconti; Arini (15′ st Soumarè), Kone. All. Rastelli

VICENZA (4-3-3): Bremec; Sampirisi, Brighenti, Camisa, Pol Garcia; Moretti (39′ st Sciacca), Di Gennaro, Cinelli; Laverone, Cocco, Giacomelli (30′ st Lores Varela). All. Marino

Marcatori: pt 27′ Cocco (V)

Arbitro: Manganiello di Pinerolo

Ammoniti: Kone (A), Moretti (V), entrambi per gioco falloso.

Monica Zoppelletto

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare...
Close
Back to top button