venerdì , 16 Aprile 2021

Rischio idraulico, 18 milioni per Vicenza dalla Regione

La Regione manda avanti il progetto per la realizzazione del bacino di laminazione di Viale Diaz, a Vicenza, stanziando un importo di 18 milioni 750 mila euro, e inserendo l’opera tra quelle che saranno finanziate con la rimodulazione delle risorse del Fondo per lo sviluppo e coesione 2007-2013, che il Cipe  aveva assegnato a suo tempo al Veneto.

Maurizio Conte
Maurizio Conte

Lo ha reso noto oggi l’assessore regionale alla difesa del suolo, Maurizio Conte, sottolineando che “il finanziamento rientra all’interno della ricognizione effettuata sulle risorse complessivamente disponibili a seguito delle decurtazioni operate dallo Stato sui fondi assegnati in precedenza”.

“Nonostante questo – fa presente Conte – con la rimodulazione che il Veneto trasmetterà al governo vengono fortemente incrementate le risorse da destinare alla linea di intervento per la riduzione del rischio idrogeologico e la difesa degli insediamenti, che da 48 milioni di euro passera a 61 milioni 750 mila euro, consentendo la realizzazione di ulteriori interventi a regia regionale. Si tratta della realizzazione di questo bacino di laminazione e di altre opere di difesa idraulica, proprio in considerazione dell’importanza che il tema della sicurezza idraulica ha assunto per il territorio regionale”.

Il progetto di invaso sul fiume Bacchiglione, a monte di Viale Diaz, alle porte di Vicenza, si configura come un’opera per la difesa idraulica del centro cittadino, pensata per abbattere il rischio residuo derivante dalla realizzazione dei bacini di laminazione di monte sul Timonchio.

Roberto Ciambetti
Roberto Ciambetti

Il progetto prevede un volume massimo invasabile di 1.2 milioni di metri cubi, su una superficie di 80 ettari. Ha già concluso la procedura di valutazione di impatto ambientale e, con il finanziamento, i lavori per la realizzazione dell’opera saranno appaltabili nei primi mesi del 2015.

Ed anche Roberto Ciambetti, assessore regionale al bilancio, agli enti locali e ai fondi europei, valuta con soddisfazione l’inserimento del bacino di laminazione di Viale Diaz a Vicenza, tra le opere finanziate con la rimodulazione delle risorse del Fondo per lo sviluppo.

“Quest’opera ha commentato Ciambetti . completa nei fatti la protezione a nord della città. In poco tempo stiamo recuperando anni di ritardo, riuscendo a dare concrete risposte ai problemi della sicurezza del territorio, nonostante le note difficoltà, tra le quali gli assurdi vincoli che ci sono imposti dal Patto di stabilità. C’è ancora molto da fare su questo fronte, ma la determinazione non ci manca, come è dimostrato dalla capacità di investimento dei fondi comunitari e dall’efficienza dell’azione regionale per restituire la sicurezza ai nostri territori e ai cittadini”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità