mercoledì , 21 Aprile 2021

Oggi si vota per le primarie regionali del Pd

Partito Democratico dunque oggi impegnato in Veneto nelle elezioni primarie, dalle quale dovrà uscire il nome di chi contenderà a Luca Zaia, in primavera, la presidenza della Regione. Alessandra Moretti, Antonino Pipitone e Simonetta Rubinato sono i tre candidati sui quali, iscritti e simpatizzanti, dovranno esprimersi, con la prima a dir poco favorita in quanto ha l’appoggio dell’establishment del partito. Anche Simonetta Rubinato è membro del Pd, mentre Pipitone rappresenta un’altra forza politica, Italia dei Valori,  il ché almeno in parte rende questa consultazione relativa all’area del centrosinistra nel suo complesso.

Come dicevamo si vota in tutto il Veneto. Per quanto riguarda la provincia di Vicenza, sono 75 i seggi aperti su tutto il territorio provinciale, sette quelli nel capoluogo. Si vota dalle 8 alle 20 di oggi, e possono esprimersi tutti. Rimane dunque la formula aperta per queste primarie, nonostante sia stata critica a più riprese in passato, dato il rischio che ha in sé di restituire un risultato falsato frutto anche di voti di quanti  poi si esprimeranno diversamente nell’urna delle elezioni vere e e proprie. Ma tant’è, in Italia spesso capita di vedere assunte procedure prese da altri paesi, in questo caso dagli Stati Uniti, riadattate alle nostre convenienze, si potrebbe dire condite…  un po’ all’amatriciana.

Il partito ha messo in campo per oggi, nel vicentino, ben 500 volontari, e questo consentirà il voto nella maggior parte dei i comuni. Per votare basterà recarsi al proprio seggio, nel comune di residenza o in quello più vicino, con un documento d´identità e la tessera elettorale. Anche questa volta si verseranno due euro di contributo per le spese organizzative. Possono votare tutti i cittadini residenti che abbiano compiuto i 16 anni ed anche i cittadini stranieri.

La grande incognita per gli organizzatori è comunque la partecipazione. In quanti si recheranno a votare in un periodo storico come questo? Per di più, a pochi giorni dalla clamorosa grande astensione nelle elezioni regionali in Emilia Romagna e Calabria, vale a dire anche in quella regione che tradizionalmente è stata tra le più coinvolte e impegnate politicamente, grande roccaforte rossa. L’Emilia Romagna  è passata da affluenze alle urne dell’80 o 90% di pochi anni fa, al 37% dell’ultima volta. Quanto sarà legittimato un procedimento democratico al quale partecipa (se si conferma questa tendenza) un elettore su quattro? Tutte le informazioni per il voto sul sito del Pd vicentino www.pdvi.it.

Quanto infine ai programmi illustrati dai tre candidati, i temi sono estremamente generici, con grande profusione di slogan più o meno ad effetto, e se qualcosa di concreto viene detto, ben poco si specifica in merito al come realizzarlo. A comunicare è stata comunque soprattutto Alessandra Moretti, criticata a volte per quanto ha detto, come nella nota esternazione sull’importanza per lei del recarsi dall’estetista, ma dai più avveduti anche per la mancanza di una visione e di quegli ideali che dovrebbero essere sempre presenti in una politica che persegue il progresso e la crescita dell’uomo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità