Breaking News

Irap più leggera per chi sostiene le società sportive

Beh, dopo anni di prestazioni deludenti della nostra squadra nazionale di calcio e di esperti che parlano apertamente di declino italiano in campo sportivo, la notizia che arriva oggi dalla Regione Veneto merita di essere segnalata. Le fondamenta su cui si basa il livello che una nazione raggiunge nello sport è infatti dato dallo stato di salute delle sue società dilettantistiche, dove molto spesso i ragazzi iniziano ad appassionarsi ad una disciplina sportiva, facendone a volte una carriera. Il Consiglio regionale del Veneto ha infatti approvato una legge, oggi, che dà una mano sul piano economico alle società dilettantistiche, prevedendo agevolazioni fiscali per quegli imprenditori che le sosterranno con donazioni o sponsorizzazioni.

Costantino Toniolo
Costantino Toniolo

Del resto non c’è solo l’aspetto sportivo agonistico, a beneficiarne sarà anche la salute dei cittadini dato che, se lo sport dilettantistico avrà più entrate, questo andrà anche a favore di uno stile di vita più sano, per i giovani innanzitutto ma anche per chi giovane più non è. Tra i principali sostenitori di questa legge c’è il vicentino Costantino Toniolo, del Nuovo centro destra, consigliere regionale e presidente della Commissione bilancio. “Un mese fa – ha ricordato Toniolo – in commissione bilancio  siamo riusciti a superare gli ultimi ostacoli per permettere il credito d’imposta sull’Irap. Questo ci ha consentito di far arrivare in aula questa legge, che condivido pienamente”

“Dobbiamo aiutare queste realtà – ha aggiunto il consigliere regionale -, nelle diverse discipline sportive, a crescere e a far praticare sport a tutte le fasce della popolazione. Si tratta di abituare i ragazzi a stare assieme, a fare squadra e a misurarsi con i limiti fisici spazio temporali che nello sport sono evidenti. Insomma l’attività sportiva, sappiamo bene, ha per i ragazzi soprattutto fini educativi. Ma non solo, anche per gli adulti significa mantenersi in forma ed evitare il sovrappeso e l’obesità, che sono l’anticamera di tante malattie croniche tra cui il diabete, l’ipertensione, e così via”.

“Le società sportive che promuovo attività per tutti – ha poi concluso conclude Toniolo – aiutano a mantenere la popolazione più sana, e quindi più in salute fisica e mentale e a far spendere meno la comunità sul versante sanitario assistenziale. Purtroppo, a causa delle difficoltà di bilancio degli enti locali e della Regione, le società sportive ricevono sempre meno contributi pubblici, quindi era doveroso varare questa norma che permette un’agevolazione fiscale su donazioni e sponsorizzazioni”.

Il provvedimento, “Norme per il riconoscimento di agevolazioni fiscali a sostegno delle attività sportive”, prevede l’introduzione di una agevolazione fiscale che opera, come dicevamo, in termini di credito d’imposta sull’Irap, l’Imposta regionale sulle attività produttive, per chi effettua erogazioni liberali o stipuli contratti di sponsorizzazione con le associazioni sportive dilettantistiche (di cui alla legge n.289/2002). Il credito d’imposta è misurato nella percentuale del 5% dell’importo della erogazione liberale o del contratto di sponsorizzazione. L’importo massimo di sponsorizzazione è di 50.000 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *