Breaking News
Già un anno fa gli striscioni della manifestazione a Vicenza di Forza Nuova erano contro l'Europa....
Già un anno fa gli striscioni della manifestazione a Vicenza di Forza Nuova erano contro l'Europa....

Forza Nuova a Vicenza, Bulgarini d’Elci: “Doveroso prendere le distanze”

C’è una certa preoccupazione in queste ore, a Vicenza, per quanto potrebbe accadere domani, giorno in cui sarà in città il leader di Forza Nuova, Roberto Fiore, con probabile presenza di un certo numero di militanti dell’estrema destra e non pochi che si indignano per questo. La speranza è che non si ceda a provocazioni, e che non si assista a qualche scontro tra opposti estremismi. La conferenza di Fiore si terrà nel pomeriggio, all’Hotel De La Ville, a partire dalle 16.30 e verterà sui temi casi al gruppi della destra estrema, a cominciare dall’Europa plutocratica e schiava dei banchieri, Nelle stesse ore è prevista una iniziativa di risposta dei giovani del Bocciodromo, che intendono costituire una sorta di “cordone sanitario” che prevenga la diffusione del contagio razzista e nazifascista. Loro si raduneranno in via Pecori Giraldi.

Quanto alla città, beh, non le resta che sperare che tutto si svolga senza incidenti e senza violenza. Intanto il mondo politico dice la sua ed in qualche caso si divide anche. Corre anzitutto l’obbligo di segnalare la dura presa di posizione dell’Anpi, la associazione degli partigiani che ha duramente criticato la presenza di Fiore a Vicenza. Anche la Cgil ha detto la sua: “Come già accaduto in passato, – si legge in una nota della segreteria del sindacato – apprezziamo molto e condividiamo la posizione dell’Anpi, contro i fascismi vecchi e nuovi. Come Cgil saremo presenti alla commemorazione dei 10 martiri, in segno di rispetto e di memoria intatta di un pezzo nobile della nostra storia” Già perché c’è anche questo aspetto, che ha fin troppo il sapore della provocazione, con l’iniziativa di Forza nuova che si sovrappone al ricordo di 10 ragazzi massacrati dai nazifascisti.

E poi, naturalmente, c’è il Comune di Vicenza, con il sindaco Variati che era intervenuto già ieri esprimendo la sua preoccupazione e la sua condanna verso chi fa politica giustificando, anzi esaltando talvolta, la violenza. Sulla stessa lunghezza d’onda del primo cittadino c’è anche il suo vice, Jacopo Bulgarini d’Elci. “L’amministrazione comunale – scrive il vicesindaco in un suo commento diffuso oggi – ha sempre lasciato spazio a qualsiasi attività politica. Ma è doveroso per chi si riconosce nei principi democratici sanciti dalla Costituzione prendere le distanze da chi istiga alla violenza come strumento politico”.

“Un mese fa – aggiunge Bulgarini d’Elci – Forza Nuova manifestava a Vicenza lanciando anche contro il sindaco Variati, che rappresenta l’istituzione democratica, slogan minacciosi che richiamano le pagine più buie della storia italiana in cui la violenza dominava la scena politica. In Internet si leggono messaggi inquietanti del coordinatore provinciale di Vicenza di Forza Nuova che invita a seguire l’esempio di Alba Dorata per cercare consenso riempiendo di pugni e facendo guerra agli altri partiti o movimenti d’area, che scrive sui social network che ci vuole il tritolo per gli immigrati definiti ‘cancro da estirpare’ e che approva pubblicamente chi sostiene che picchiare un islamico non è reato, è dovere civico. Sono messaggi che preoccupano l’amministrazione, ma dovrebbero far riflettere anche chi, fra i consiglieri comunali dello schieramento di centrodestra, sta prendendo le difese di Forza Nuova. O forse il consigliere Rucco, che oggi riceve pubblicamente gli onori di Forza Nuova su Facebook per il sostegno, è d’accordo con chi predica violenza, odio e intolleranza?”.

“Per domani è annunciata nuovamente la presenza di Forza Nuova in città – conclude il vicesindaco – e questo significa che ancora una volta a Vicenza arriveranno soggetti che si sono già resi protagonisti di atteggiamenti non conciliabili con le regole della democrazia, conquistata a caro prezzo nel nostro Paese anche grazie al sacrificio di tanti vicentini. Ribadisco quindi la condanna dell’amministrazione nei confronti di chi istiga alla violenza, all’odio e all’intolleranza e la preoccupazione per l’ennesima situazione di tensione creata dal movimento di estrema destra in città”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *