lunedì , 26 Aprile 2021

Cronaca flash

Vicenza, sorprende due ladri e viene minacciato –

“Zitto o ti ammazzo” e un cacciavite puntato sulla pancia. Sono stati attimi di vera paura quelli vissuti da un uomo di settant’anni ieri sera in via Caviglia, nella zona ovest di Vicenza. Erano le 18.30 quando l’uomo ha visto uscire da un appartamento vicino al suo due individui con fare sospetto che saliti in sella a delle biciclette. Intuendo che si trattasse di due ladri si è avvicinato e ha chiesto: “Cosa state facendo?”. Nemmeno il tempo di finire la frase che si è trovato la punta di un cacciavite sulla pancia ed è stato minacciato pesantemente da uno di loro. Il 70enne, impaurito, si è voltato per andarsene e a quel punto è stato colpito alla testa col manico del cacciavite. Alla polizia ha riferito che i malviventi erano due uomini dell’est Europa e non ha voluto farsi medicare la ferita rimediata.

Vicenza, minorenni rubano da Coin

Due furti di circa un centinaio di euro messi a segno a poca distanza l’uno dall’altro e sempre da “Coin” in centro a Vicenza, celebre ormai perché sempre preso di mira, in particolare da ragazzini. Il primo furto lo hanno messo a segno due ragazzine di 17 anni che sono riuscite a nascondere nelle borse merce per un valore di 70 euro. Le due giovani sono state sorprese dagli addetti alla sicurezza con la refurtiva e sul posto sono arrivati gli agenti delle volanti che le hanno denunciate. Poco dopo una 15enne è entrata nello stesso negozio, forse alla ricerca di qualche bel rossetto visto che ne ha rubati parecchi per un valore di 35 euro. Anche in questo caso è stata scoperta e denunciata.

Vicenza, viene sfrattato ma pretende di rientrare in quella casa

Era stato sfrattato da un appartamento in viale Milano ma non ha accettato la situazione e si è ripresentato davanti la porta di quella che fino a poco tempo fa era stata casa sua. L’uomo, originario del Bangladesh, ha sostato per parecchio tempo davanti l’uscio pretendendo di entrare, cosa che non è stata possibile perché la serratura era stata cambiata, ma lui non accennava ad andarsene, anzi, ha iniziato ad arrabbiarsi e a forzare la porta. La portinaia, prima che la situazione potesse degenerare, ha chiamato il 113. I poliziotti arrivati sul posto lo hanno denunciato per danneggiamento e violazione di domicilio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità