lunedì , 26 Aprile 2021

Bassano, doppia rimonta a Busto Arsizio

I “tigrotti” biancoblu tirano unghiate, graffiano, spaventano ma non sbranano il Bassano, che riacciuffa due volte la Pro Patria e allunga a dieci la sequenza di partite senza sconfitte. Certo, i tre pareggi nelle ultime quattro uscite fanno segnare una frenata nella corsa al vertice giallorossa, ma il rallentamento prima o poi era fisiologico, per un gruppo che non è scattato dai blocchi con l’intenzione di ammazzare il campionato.

A Busto Arsizio, nella tana di rivali ansiosi di ritrovare la vittoria che manca da quasi due mesi ma più vivi che mai nonostante il penultimo posto, Asta può squadernare la formazione-tipo: dopo venti giorni torna titolare anche Iocolano. Sull’altro fronte, due gare intere le ha saltate per squalifica Baclet, che in attacco va a comporre una temuta accoppiata di ex vicentini con Serafini. Tandem di lusso per la categoria ma che ci mette un bel po’ a ingranare, mentre il Bassano impiega solo sei minuti a rendersi minaccioso: Pietribiasi mira l’angolino lontano e per poco non lo trova. La tecnica di Nolè, la rapidità di Furlan e l’abilità di Pietribiasi nell’aggredire gli spazi aprono crepe nella difesa bustocca, che traballa paurosamente al 35’: Pietribiasi si beve Anderson e mira lo specchio, ma la ribattuta di Perilli gli rovina la festa e il tap-in di Nolè rotola a lato di un soffio. La Pro Patria vive degli spunti dell’esterno sinistro Candido, una spina nel fianco che affonda fino a fare davvero male: al 38’ si accontenta di saggiare i riflessi di Rossi, ma al 41’ crossa per Baclet, che stoppa di gran classe, aggira Priola e scarica una saetta mancina sotto la traversa.

I padroni di casa ripartono a spron battuto nella ripresa: pronti, via e Rossi deve respingere in tuffo una stoccata da fuori di Guglielmotti. Ma la capolista ricaccia indietro gli avversari alla ricerca del pari, che arriva al 10’, subito dopo l’ingresso di Maistrello e la conversione del 4-2-3-1 in 4-3-3: la volée di esterno destro di Iocolano su punizione defilatissima dalla tre quarti di Nolè beffa il portiere e fa uscire il capitano dal cono d’ombra di un prestazione fin lì opaca. I ruoli si scambiano al 23’: Iocolano scodella il pallone per la spaccata di Nolè sul fondo. Il Bassano sembra lanciato verso il quarto blitz esterno, ma gli basta abbassare un attimo la guardia per ritrovarsi di nuovo sotto: una leggerezza di Bizzotto concede a Serafini di servire a Candido il 2-1 indisturbato dal cuore dell’area. L’inatteso ceffone tramortisce gli ospiti, che sbarellano di brutto e rischiano di beccare il tris su botta ravvicinata di Serafini murata da Rossi e tocco di Guglielmotti sopra la sbarra su corner di Candido.

Merito del neoentrato Cattaneo, se l’inerzia del duello si rovescia ancora una volta. Una rasoiata dalla sinistra di “Veleno” timbra il palo opposto al 38’ e, complice una deviazione, vale il tiro dalla bandierina che culmina nella zampata vincente sottorete nella Pietribiasi: quinto centro stagionale per il centravanti, che aggancia Nolè in vetta alla graduatoria dei cannonieri giallorossi. La Pro chiude con il fiatone e un’altra bordata di Cattaneo per un soffio non completa la rimonta: Perilli si salva e sigilla un 2-2 complessivamente più equo.

PRO PATRIA-BASSANO 2-2

PRO PATRIA (4-4-2):  Perilli; Guglielmotti, Botturi, Anderson, Taino; Romeo (31’ st D’Errico), Bovi (29’ st Cannataro), Arati, Candido; Baclet (45’ st Graham), Serafini. A disp.: Melillo, Gerolino, Giorno, Terrani. All. Oliveira.

BASSANO (4-2-3-1): Rossi; Toninelli, Priola, Bizzotto, Semenzato; Cenetti (10’ st Maistrello), Proietti; Furlan (29’ st Davì), Nolè (35’ st Cattaneo), Iocolano; Pietribiasi.  A disp.  Grandi, Stevanin, Zanella, Cortesi. All.  Asta.

ARBITRO: Piscopo di Imperia.

MARCATORI: pt 41’ Baclet (P.P.); st 10’ Iocolano (B), 25’ Candido (P.P.), 39’ Pietribiasi (B).

NOTE: spettatori 940, incasso non comunicato. Ammoniti: Arati, Botturi (P.P.), Priola e Proietti (B). Angoli: 9-4 per il Bassano. Recuperi: pt 0’, st 4’.

Monica Zoppelletto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità