Sport

Basket femminile, Famila Schio attende Cagliari dopo la caduta in Eurolega

Partita insidiosa, quella di domenica 9 novembre, per il Famila Wuber Schio, che alle 18 ospiterà al PalaCampagnola il Cus Cagliari. Le scledensi guidano la classifica assieme a Ragusa. Dodici punti per entrambe, frutto di sei vittorie in altrettante partite. La coppia al vertice ha insomma adottato un passo che le altre squadre non sembrano in grado di imitare. Cagliari fa invece parte del gruppo delle dirette inseguitrici. Con otto punti, occupa il 6° posto in classifica ed ha voglia di dimenticare in fretta la pesante sconfitta dell’ultimo turno contro Umbertide (69-88).

Nonostante lo scivolone, le sarde si confermano la rivelazione di questo 84° campionato di serie A. Il loro spumeggiante avvio di stagione, ha prodotto quattro vittorie nelle sei gare fin qui disputate, e la squadra si presenta rinnovata rispetto alla formazione che, lo scorso anno, ha chiuso il torneo in nona posizione, con dieci punti conquistati. I suoi punti di forza sono le ali Taylor e Liston, Correal e la ex ragusana Soli. Da tenere d’occhio anche Stoppa e l’esperta Micovic. Dal canto suo, il Famila non solo affronta l’incontro forte del largo successo conquistato a Battipaglia, ma è anche rinfrancato dal ritorno sul parquet, dopo una lunga assenza per infortunio, di Jolene Anderson. Con un personale di 11 punti in 20’ di gioco, la guardia statunitense, ha ben figurato nella trasferta campana.

La formazione di Schio è, dunque, finalmente al completo. Coach Mendez dovrà decidere chi, fra le quattro straniere, guarderà la partita dalla tribuna, dato che solo tre possono prendere parte ad ogni gara di campionato. In Campania, è stata l’ungherese Honti a cedere il posto ad Anderson. Sembra che, anche nei prossimi incontri, il turnover interesserà queste due giocatrici. Questo perché, con le loro ottime prestazioni, Sliskovic e Ogwumike si sono dimostrate perni fondamentali della squadra e la loro partecipazione sembra fuori discussione.

Tuttavia, l’euforia per questo momento positivo di Schio è stata un po’ attenuata dalla bruciante sconfitta casalinga subita in Eurolega. Ieri sera, infatti, le scledensi sono state travolte per 65-90 dal Salamanca. Un tracollo che, confrontando gli scontri precedenti, ha spiazzato tutti. Con tre vittorie per le spagnole e tre per il Beretta Schio, (il Famila, nella competizione europea, ha infatti come sponsor l’azienda alimentare) ci si aspettava una gara più equilibrata. Ma l’importante è guardare il lato positivo e cogliere le indicazioni utili che possono venire anche da un insuccesso: in ogni sfida l’attenzione e la concentrazione devono essere massime. Questo permette di interpretare l’avversario e la partita nella maniera corretta. Tenerlo a mente è fondamentale, perché l’ambizioso Cus Cagliari arriverà in Veneto con l’intenzione di fare lo sgambetto alle campionesse d’Italia ed eguagliare così, a metà del girone di andata, le appena cinque vittorie conquistate nel campionato 2013/2014.

Ilaria Martini

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare...
Close
Back to top button