Breaking News

Vicenza, le scuole a teatro contro il cyberbullismo

Quattro giorni di teatro per capire i pericoli del web e in particolare dei social network, quando diventano occasione per insultare e ferire gli altri, spesso dietro la comoda maschera dell’anonimato. Si intitola Faceless – una battaglia contro il cyber bullismo lo spettacolo che coinvolgerà al Teatro Astra ben 1700 studenti, dal 20 al 23 ottobre, nella settimana dedicata alla prevenzione contro i crimini informatici. Nella serata del 22 ci sarà una rappresentazione gratuita, aperta a tutta la cittadinanza, cui seguirà un dibattito sul tema.

Uno spettacolo costruito con il linguaggio duro delle giovani generazioni, e composto da esperienze ricavate proprio dal confronto con i ragazzi, grazie a questionari sul tema e dibattiti in classe. Finanziato da diverse associazioni cittadine, lo spettacolo è distribuito dal Teatro della Gran Guardia, con la regia di Franca Pretto e Gianni Gastaldon e l’interpretazione di Nicola Perin e Eleonora Fontana.

Che il tema del cyberbullismo sia di forte attualità lo dimostra già il sold-out per gli spettacoli dedicati alle scuole, raggiunto in soli tre giorni. Se questo non bastasse, arriva la conferma della dottoressa Michela Zanato, commissario di Polizia Postale: “il cyber bullismo è la virtualizzazione di un fenomeno che una volta andava fatto faccia a faccia. La possibilità dell’anonimato, data dal web, ha se possibile acutizzato il problema, perché i ragazzi, credendosi non controllabili, si lasciano andare a comportamenti che nella realtà non avrebbero il coraggio di fare. Non abbiamo studi e statistiche precise sui numeri di questo fenomeno, anche perché in gran parte viene sottovalutato e non denunciato, ma la percezione è che la fascia maggiormente coinvolta sia quella dai 10 ai 14 anni, con una tendenza ad abbassarsi nel tempo, visto che i bambini sono a contatto con la realtà virtuale sempre più precocemente. Il maggior pregio di iniziative come questa – continua Zanato – è che non solo si riesce a far emergere situazioni di disagio finora sottovalutate, ma si fanno conoscere anche le vie istituzionali per arginare il problema, grazie ad una polizia di prossimità che si fa veramente carico dei problemi attuali della cittadinanza”

Filippo Zanetti
Filippo Zanetti

“I dibattiti che nascono alla fine dello spettacolo – sottolinea Michela Grasso, presidente del Teatro della Gran Guardia – sono molto diversi tra loro, differenti quelli degli studenti da quelli serali con gli adulti. Quello che resta uguale e la necessità di fare domande, la voglia che si ha di informarsi. Un iniziativa di questo genere ha il valore in più di fornire a chi ne avesse bisogno dei punti di riferimento precisi e riconosciuti per affrontare il problema”

“Abbiamo deciso di dedicare una settimana intera al tema della sicurezza informatica – ricorda l’assessore all’innovazione Filippo Zanetti – perché ad oggi viene fatta ancora poca prevenzione su questi temi. I rischi che si corrono in rete possono trasformarsi in vere e proprie tragedie, come i fatti di cronaca non smettono di ricordarci. L’amministrazione di Vicenza è più che soddisfatta di essere riuscita a portare avanti un progetto così virtuoso, grazie anche a tutti i soggetti che l’hanno aiutata nell’organizzazione, dai club vicentini con il loro aiuto economico alla Polizia Postale con le importanti iniziative di sensibilizzazione di cui è promotore”

Riccardo Carli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *