Breaking News
Con la nuova tangenziale verrà molto alleggerito il traffico nella zona della rotatoria dell'Albera

Vicenza, rapinatori non si fermano all’alt e speronano l’auto dei carabinieri

Hanno commesso una serie di furti, uno dal bottino consistente, non si sono fermati all’alt imposto dai carabinieri e hanno speronato l’auto civetta riuscendo a fuggire provocando anche il ferimento di un militare.

Il movimentato episodio è avvenuto a mezzanotte e mezza in via Cà da Mosto a Vicenza durante un servizio di polizia giudiziaria mirato a contrastare il fenomeno dei reati predatori. I carabinieri del nucleo investigativo hanno notato quattro soggetti dell’est Europa parcheggiare con fare sospetto un’Audi A6 Allroad e hanno avviato una serie di controlli che hanno permesso di scoprire che l’auto era stata rubata a Torrebelvicino lo scorso 17 ottobre. Inoltre la stessa vettura era stata segnalata perché utilizzata dalla banda di rapinatori poco prima per commettere dei furti: uno in un laboratorio orafo a Saviabona che ha fruttato un bottino di millecinquecento euro, un altro a Dueville e uno a Pozzoleone.

I malviventi una volta abbandonata l’Audi sono saliti a bordo di un’Alfa 147 e quando i carabinieri hanno cercato di stringere la macchina intimando il conducendo a fermarsi è iniziato il caos: il guidatore ha finto di rallentare e con una manovra repentina ha scavalcato un marciapiede, un’aiuola e speronato in modo violento l’auto dei carabinieri con a bordo due militari riuscendo a fuggire a folle velocità per le vie cittadine. Uno dei carabinieri a bordo della vettura speronata è rimasto ferito e trasportato al San Bortolo con un trauma emicostato e alla coscia.

L’Audi A6, del valore di circa 30 mila euro, è stata sequestrata e al suo interno sono stati trovati oggetti da scasso e altri materiali. L’Alfa usata dai quattro individui per fuggire è stata  invece rinvenuta alle 4.30 in via Costantini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *