Cronaca

Vicenza, liti familiari fanno intervenire la polizia

Serata movimentata quella di ieri per gli agenti delle volanti a causa di due liti familiari nella zona del centro storico di Vicenza. Il primo intervento è scattato dopo la chiamata al 113 di una 50enne. La donna aveva avuto in passato una relazione con un brasiliano di 31 anni, la storia era poi finita e lui era stato denunciato perché la picchiava. Alcuni giorni fa i due si sono nuovamente incontrati: lui ha detto che non sapeva dove passare la notte, lei si è impietosita e lo ha ospitato a casa sua.

Il rifiuto della donna di ospitarlo ancora, o forse di avere un rapporto, ha fatto andare il brasiliano in escandescenza: ha iniziato a tirare fuori dai cassetti i vestiti della donna strappando anche della biancheria intima. Non contento ha iniziato a colpire la ex con pugni e schiaffi al volto ma lei è riuscita a buttarlo fuori di casa. Il 31enne non si è arreso e ha chiamato il padre di lei per insultarlo. All’arrivo della polizia l’uomo, con precedenti, non c’era più e per ora la donna non ha sporto denuncia.

Il secondo intervento è iniziato alle 22.30 e si è concluso nella notte. Protagonisti sono due moldavi, lei 42 lui 37 anni, ora ex, dalla cui relazione era nato un bimbo che ora ha tre anni. La lite nasce perché lui pretende di vedere il figlio ma lei non vuole e non lo lascia andare in casa. L’uomo ieri sera è riuscito ad entrare nell’abitazione così la donna ha chiamato il figlio 20enne, avuto da una precedente relazione, perché la aiutasse a far uscire l’ex. Il ragazzo si è presentato dalla madre in compagnia di due amici di 18 e 20 anni e ha intimato all’uomo di lasciare in pace la donna e di andarsene. Gli animi però si sono accesi e la lite si è spostata in strada.

Il moldavo ha tirato fuori un coltello ma è subito stato disarmato dai ragazzi, poi ha provato a minacciarli con una mazza da baseball ma anche stavolta è stato reso inoffensivo. Gli agenti delle volanti giunti sul posto hanno trovato il 37enne steso a terra, immobile, probabilmente ubriaco e lo hanno portato al pronto soccorso, lui però ha rifiutato le cure ed è stato dimesso. La storia sembrava finita lì invece all’una la polizia è dovuta intervenire ancora una volta: la donna ha riferito che il suo ex si era presentato ancora una volta sotto casa sua lanciando una molotov sul balcone che ha provocato un piccolo incendio subito domato. I poliziotti hanno rinvenuto la bottiglia al cui interno era stata messa della vernice al posto della benzina e hanno portato l’uomo in Questura. Il 37enne è stato denunciato per maltrattamenti in famiglia e imbrattamento.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button