Breaking News

Il Vicenza affonda a Lanciano, un poker che fa male

Il Vicenza sprofonda sempre più giù e torna dalla trasferta contro il Lanciano con quattro gol incassati e una prestazione da dimenticare. La squadra di Lopez non riesce a trovare la seconda vittoria in questo campionato e dopo aver collezionato una serie di pareggi oggi esce dal Biondi a testa bassa. Biancorossi costretti a giocare in dieci buona parte del secondo tempo a causa del cartellino rosso a Gentili. Un poker pesante che relega il Vicenza in una posizione pericolosa. Lopez si affida al tandem d’attacco Ragusa – Giacomelli ma non ottiene i risultati sperati.

La partita in realtà inizia bene per i biancorossi: al 6′ Sciacca spedisce la palla di poco sopra la traversa con un tiro dai venti metri. Al 24′ è ancora Sciacca a rendersi minaccioso ma il portiere avversario para senza problemi, poi al 27′ ci prova Laverone con una conclusione al volo su servizio da Di Gennaro: tiro di poco a lato. I padroni di casa provano a impostare azioni offensive e al 33′ Aquilanti crossa in mezzo all’area, Thiam colpisce di tacco e Bremec riesce a salvare miracolosamente in corner. Due minuti dopo è ancora il Lanciano ad affondare: l’azione si sviluppa da un angolo di Mammarella, Thiam sul primo palo ci arriva di testa ma la palla finisce fuori di un soffio. Al 39′ la grande occasione per gli ospiti che avrebbe potuto cambiare il volto della gara: Di Gennaro colpisce la traversa. E qui il Vicenza si spegne. All’ultimo minuto il Lanciano lo punisce: Piccolo, innescato da Thiam, lascia partire un potente sinistro e per Bremec non c’è nulla da fare. Dopo un avvio ricco di occasioni, insomma, la squadra di Lopez si affloscia calando il ritmo, il Lanciano ne approfitta e alla prima distrazione degli avversari passa in vantaggio.

Dopo l’intervallo il Vicenza cerca comunque di reagire: al 52′ Ragusa si trova a tu per tu con Andrade ma non riesce ad essere lucido fino in fondo permettendo all’estremo difensore di salvare il risultato. Brutta tegola per gli ospiti un minuto dopo: Gentili viene espulso e lascia i compagni in dieci. Al 55′ Camisa sugli sviluppi di un calcio d’angolo colpisce di testa ma la palla esce di poco. Gol sbagliato, gol subito. Infatti al 57′ il Lanciano raddoppia con Thiam: l’attaccante col piatto trafigge Bremec dopo essersi destreggiato a meraviglia tra i difensori biancorossi. Per la squadra di Lopez la strada è sempre più in salita: inferiorità numerica, occasioni da gol che non si concretizzano e Lanciano padrone del campo. All’82’ ecco il tris abruzzese: Gatto serve Thiam che davanti la porta non sbaglia e centra la doppietta personale. Il Vicenza è allo sbando e la disfatta si completa all’87’, quando Thiam serve Monachello che infilza Bremec. Il triplice fischio dell’arbitro giunge come una liberazione il Lanciano non può più infierire.

Per la squadra di D’Aversa è il quarto risultato utile consecutivo. Per il Vicenza la situazione si fa difficile: urge una scossa o il cammino in serie B rischia di prendere una brutta piega.

Lanciano 4 – Vicenza 0

LANCIANO (4-3-3): Andrade; Mammarella, Conti, Troest, Aquilanti; Paghera (Bacinovic), Vastola, Di Cecco; Piccolo (Turchi), Gatto (Monachello), Thiam. All. D’Aversa

VICENZA (3-1-4-2): Bremec; Garcia, Camisa, Gentili; Di Gennaro (Sbrissa); Sampirisi, Cinelli, Sciacca (Lores), Laverone; Ragusa, Giacomelli (Cocco). All. Lopez

Marcatori: Piccolo (L), Thiam (L), Thiam (L), Monachello (L)

Ammoniti: Paghera (L), Sciacca (V), Piccolo (L), Bacinovic (L), Garcia (V), Monachello (L)

Espulsi: Gentili (V)

Arbitro: Francesco Paolo Saia di Palermo

Monica Zoppelletto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *