Breaking News
Campi allagati lungo il viale Riviera Berica, a Vicenza
Rischio idraulico, campi allagati a causa delle piogge a Vicenza

Veneto colpito dal maltempo, preallarme per il Bacchiglione

Abbiamo probabilmente davanti a noi una stagione autunno-inverno lunga e piovosa, e saranno molti gli allarmi per il rischio idrogeologico nella nostra regione. Naturalmente speriamo di sbagliarci, che i fatti smentiscano questa nostra previsione fatta di malavoglia e a denti stretti. Ma se è vero che il buongiorno si vede dal mattino, il nubifragio che nel pomeriggio di oggi ha colpito il Veneto, per altro in una prima metà di ottobre ancora mite, i prossimi mesi saranno difficili.

Intendiamoci, non è successo nulla di particolarmente grave, il maltempo di oggi non ha niente a che vedere con il dramma che si sta consumando a Genova. Però sono state molte le chiamate giunte ai vigili del fuoco, anche nella nostra provincia, e lo stesso Centro funzionale decentrato della Protezione civile regionale, per il rischio idrogeologico, oggi ha dichiarato lo stato di attenzione su tutta la regione e di preallarme per il bacino Brenta – Bacchiglione.  I disagi principali sono stati altrove però, soprattutto nel rodigino e nel padovano. Più colpite dalle forti piogge di questo pomeriggio, sul nostro territorio, sono state le zone di Noventa e Lonigo, ed anche l’Altopiano di Asiagio.

Non sono mancati però i problemi neanche a Vicenza, con  alcune zone della città che sono rimaste per circa un’ora senza elettricità, soprattutto nell’area industriale di Vicenza Ovest. Nel resto della regione comunque si è avuto più paura, con il maltempo che ha causato danni certamente maggiori, anche perché, ad esempio nel padovano, ci si è messa pure la grandine, proverbialmente nefasta soprattutto per l’agricoltura. Il livello dei fiumi, infine, è salito un po’ ovunque, cosa del resto più che prevedibile. Il Bacchiglione è al momento piuttosto alto, e lo stato di preallarme è giustificato e permarrà almeno fino alle 14 di domani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *