Breaking News

Valdagno, novità nel sistema di raccolta differenziata dei rifiuti

Ci sono novità nella gestione della raccolta differenziata dei rifiuti a Valdagno. Una di esse è l’introduzione di nuovi adesivi che identificano le campane e i cestini stradali che in questi giorni gli operai comunali stanno sostituendo nelle 140 piazzole ecologiche del territorio. I nuovi adesivi riportano informazioni in varie lingue.

“Sulla scia della campagna E tu? Insieme, per migliorare la raccolta differenziata – spiega una nota in proposito del Comune di Valdagno – il nuovo materiale si è reso necessario in seguito ad alcuni cambiamenti nelle modalità di raccolta differenziata. Risale infatti al gennaio 2013 l’introduzione di modifiche al sistema, quali l’arrivo del secchiello aerato per l’umido ed il conferimento dei contenitori in tetrapak con carta e cartone. Per quanto riguarda il secco, invece, non è più necessario l’utilizzo dei sacchi con il logo del Comune, ma sono sufficienti dei normali sacchi per la spazzatura, purché di colore giallo e trasparenti”.

“Le novità introdotte nel sistema di gestione dei rifiuti – ha commentato l’assessore all’ambiente e vicesindaco, Michele Vencato – ci hanno permesso di migliorare la raccolta differenziata arrivando a percentuali superiori al 69%. Questo si è tradotto anche in un risparmio in termini economici che ci permette come minimo di non aumentare la tassazione. Ovviamente non dobbiamo perdere le buone abitudini e ogni cittadino può fare la differenza, separando correttamente e rispettando le indicazioni”.

Il Comune di Valdagno ricorda inoltre che con l’introduzione del secchiello aerato, l’uso dei sacchetti degradabili è fondamentale per la resa ottimale del sistema debbono essere utilizzati solo quelli con dei lo stemma comunale certificati dall’impianto di compostaggio e disponibili presso l’ufficio Economato, lo sportello Lavori Pubblici e l’Ecocentro, oltre che in numerosi supermercati della città.

«Ci tengo a precisare – ha proseguito su questo l’assessore – che la scelta è dovuta ai requisiti che l’umido che portiamo all’impianto di compostaggio deve avere. I normali sacchetti per la spesa, pur riportando diciture del tipo Utilizzami per la raccolta differenziata”, spesso sono composti in parte con plastica e, una volta portati al centro di compostaggio, vanno ad inquinare il rifiuto rendendo di fatto vano lo sforzo che ogni giorno facciamo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *