Breaking News

Una scuola di cinema a Vicenza? Si parte da una rassegna di corti

Nel sabato in cui Vicenza è invasa dagli amanti del cioccolato, sotto la loggia del Capitaniato verranno proiettati alcuni tra i migliori cortometraggi degli ultimi anni, compresi il premio Oscar 2013 Curfew e i candidati all’Oscar Luminaris e The Voorman problem. Un fuori rassegna di quasi trenta corti della durata di 15 minuti circa, proiettati uno dietro l’altro dalle 16 alle 23, con ingresso libero.

L’iniziativa nasce dalla nuova collaborazione tra il comune di Vicenza e il Festival Alto Vicentino, una realtà ormai affermata nel mondo del cinema corto. Ad unire queste due realtà c’è un obiettivo ambizioso: far nascere una vera e propria scuola di cinema per giovani registi, collegandola se possibile alla Biennale veneziana.

Giacomo Possamai
Giacomo Possamai

“E’ un progetto ambizioso – ammette Giacomo Possamai, consigliere delegato alle politiche giovanili – creare una realtà simile a quella già esistente a Torino, dove c’è la scuola Torino Film Lab per giovani registi, che è diventata fucina di talenti per il Torino Film Festival. Fare la stessa cosa con Venezia significherebbe rendere la nostra città sempre più internazionale e sempre più attraente a livello culturale. Come primo passo – continua Possamai – l’anno prossimo intensificheremo i rapporti con il festival di Santorso, invitando a Vicenza importanti personalità internazionali per parlare delle scuole europee del cinema”

“Otto anni fa abbiamo organizzato a Santorso un piccolo evento – racconta Manuel Uberti, presidente del Festival Alto Vicentino – quest’anno a Villa Rossi sono arrivati 1500 corti da visionare, da 86 paesi diversi. Il salto di qualità è stato notevole, e a testimoniarlo sono i risultati che i corti premiati da noi ottengono in giro per il mondo, fino ai premi Oscar. Ci piace portare i cortometraggi – conclude Uberti – ad un pubblico eterogeneo e in luoghi insoliti, ed ecco perché la Loggia del Capitaniato e il fine settimana di Cioccolandovi erano un occasione da non perdere”

Riccardo Carli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *