Breaking News
Foto di archivio

Il Bassano frena ma rimane da solo in vetta

Il Bassano rimane in solitaria in testa alla classifica ma contro la Torres rimedia solo un pareggio a reti bianche. La squadra di Asta è una vera forza ma la Torres è riuscita nell’impresa di non far portare a casa i tre punti ai giallorossi grazie alla capacità di far muro in modo quasi impenetrabile davanti a Testa, che in casa della capolista ha vissuto una domenica relativamente tranquilla.

La scelta di Costantino di puntellare la retroguardia con un uomo in più, sperimentando per la prima volta in campionato il 3-5-2 si è rivelata azzeccata. Con la conferma di Aya accanto a Marchetti e al rientrante Migliaccio: pochi i rischi corsi dai rossoblu e, anzi, qualche rimpianto per le ripartenze sprecate. Il tecnico sassarese, nel dopogara, lo definisce “l’unico neo” di un pomeriggio che vede da subito un Bassano più in difficoltà del solito nell’affondare i colpi. Asta si affida al solito 4-3-2-1.

Il primo acuto è degli ospiti: un tiro dal limite di Maiorino che sfiora il palo alla sinistra di Rossi al 16’. La risposta giallorossa arriva tre minuti dopo: Testa deve sfoderare il meglio del suo repertorio per deviare in angolo un diagonale potente e defilato di Cattaneo, il più ispirato del 4-2-3-1 di casa. “Veleno” (così è soprannominato) sgomma sulla corsia sinistra e crossa a ripetizione, ma il Bassano non passa. La Torres è compatta e chiude quasi tutti gli spazi dedizione, corsa e costanti raddoppi di marcatura. La favorisce il basso ritmo del match, tutt’altro che spettacolare.

Anche dopo l’intervallo le cose non cambiano. Al 6’ Nolè salta con un sombrero Aya e si accentra, incrociandosi e quasi ostacolandosi con Pietribiasi anziché servire il compagno d’attacco: l’occasione sfuma. A metà ripresa il conto dei corner, 9-0, la dice lunga sulla pressione offensiva del Bassano, tanto incessante quanto sterile. Sul primo, e unico, corner sardo il neoentrato Baraye mette i brivido a Rossi. Dall’altra parte, Asta si affida a Maistrello e Iocolano: è di quest’ultimo, al 27’, il tiro che Migliaccio si immola a ribattere sugli sviluppi di un traversone di Furlan. Subito dopo lo stesso Iocolano si ritrova sul destro un pallone crossato da Nolè e deviato con il pugno dal portiere: conclusione altissima sopra la traversa.

Per la Torres è un risultato molto importante quello portato a casa, per il Bassano il pareggio va stretto visto che poteva allungare sulle inseguitrici nonostante sia da solo al primo posto.

Bassano 0 – Torres 0

BASSANO (4-2-3-1):  Rossi; Toninelli, Priola, Bizzotto, Semenzato; Cenetti, Proietti; Furlan (39’ st Cortesi), Nolè, Cattaneo (25’ st Iocolano); Pietribiasi (11’ st Maistrello).  A disp.  Grandi, Stevanin, Davì, Zanella. All.  Asta.

TORRES (3-5-2): Testa; Marchetti, Migliaccio, Aya; Cafiero 6, Lisai (30’ st Baraye), Pizza, Foglia (45’ st Funari), Imparato; Maiorino, Balistreri (36’ st Infantino). A disp.:  Mar. Costantino, Fatticcioni, Marinaro, Pizzutelli. All.  Mass. Costantino.

Arbitro: Illuzzi di Molfetta.

NOTE: pomeriggio mite e soleggiato, terreno in buone condizioni. Spettatori 850 circa, incasso non comunicato. Ammoniti: Bizzotto (B), Cafiero e Imparato (T) per gioco scorretto, Lisai (T) per gioco pericoloso. Angoli: 9-1 per il Bassano. Recuperi: pt 1’, st 5’.

Monica Zoppelletto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *