Vicenzavicenzareport

Vicenza, spaventano la gente per diffondere il video sul web

Doveva proprio sembrare una scena da film horror quella andata in scena martedì sera in viale Dal Verme a Vicenza, protagonisti tre minorenni in vena di scherzi che hanno spaventato tre persone.

Erano le 22.30 quando una donna, mentre stava uscendo di casa, ha notato la presenza di una persona col volto coperto da una maschera bianca di gomma e con in mano una motosega farsi incontro. Spaventata, la donna,  è salita in auto e ha dato l’allarme al 113. Poco dopo alla sala operativa della Questura è arrivata un’altra telefonata da parte di un automobilista che mentre transitava in quella stessa via notava una persona imbracciare una motosega. A chiamare la polizia è stato anche un cinquantenne fermatosi per fare il pieno di benzina in un distributore di viale Dal Verme. Una volta sceso dall’auto l’uomo ha visto sbucare da dietro la colonnina tre ragazzi, uno col volto coperto da una maschera, uno con un tagliasiepe e un terzo con un cellulare in mano. I tre vedendo l’uomo spaventato hanno detto che si trattava di uno scherzo, in realtà volevano solamente filmare le reazioni delle persone alla loro vista per poi pubblicare il video su internet. Evidentemente non si sono resi conto della gravità del fatto tanto che hanno chiesto al malcapitato la liberatoria per diffondere il filmato sul web.

Gli agenti delle volanti giunti sul posto hanno identificato gli autori della bravata: si tratta di tre quattordicenni italiani, uno ha ancora tredici anni e quindi non è imputabile, che ai genitori hanno spiegato di non aver fatto nulla di male, la loro intenzione era quella di fare uno scherzo poi diffonderlo in rete, probabilmente dopo aver visto video simili girare in internet. I poliziotti li hanno affidati ai genitori e le tre persone vittime della bravata hanno deciso di non sporgere denuncia. La Questura ha invece segnalato i tre ragazzini al tribunale dei minori e ora sta valutando se procedere con una denuncia per procurato allarme. Il tagliasiepe usato, all’inizio scambiato per una motosega, era stato prelevato dal garage di uno dei tre ragazzini.

M. Z.

Articoli correlati

Un Commento

  1. quando ho sentito il racconto mi sono piegato dalle risate . w i quattordicianni. avete un po rischiato ma va be, se non si fanno a quell eta li, allora quando ?!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button