Provincia

Vicenza, oggi incontro in prefettura sulle aggressioni agli autisti Ftv

“Oggi, dopo la dichiarazione dello stato di agitazione inerente ai fatti incresciosi accaduti agli autisti di Ferrovie Tramvie Vicentine, malmenati, insultati e costretti alle cure del pronto soccorso, le organizzazioni sindacali di Filt Cgil, Fit Cisl, Uil Trasporti, Ugl Autoferrotranvieri, Faisa Cisal e Usb, insieme alla Rsu, sono state convocate dal prefetto, alla presenza anche del questore, dei rappresentanti delle forze dell’ordine e dell’azienda di trasporto. La Filt Cgil ha apprezzato le risposte immediate del questore vicario, e speriamo vengano da subito rese operative”.

E’ quanto si legge in una nota diffusa oggi dal coordinatore di Filt Cgil Vicenza, Massimo D’Angelo. “La prima risposta – spiega più in dettaglio D’Angelo – prevede la costituzione di un tavolo sulla sicurezza Ftv, incaricato dal questore, che veda coinvolte tutte le forze dell’ordine e si impegni al presenziamento costante non solo dell’autostazione di Vicenza ma anche delle stazioni Ftv della provincia. La seconda risposta prevede che dalla prossima settimana sia reso operativo il protocollo di sicurezza in linea. Nelle situazioni in cui ci possa essere il timore di aggressioni, anche solo verbali, da rendere disagevole la conduzione del mezzo e mettere in pericolo l’incolumità dell’autista e dei passeggeri, il conducente attiverà dei tasti che allerteranno, rispetto alla gravità delle situazione, la centrale Ftv o la questura”.

“Ancora incerte, purtroppo, – conclude il coordinatore di Filt Cgil – le risposte dell’azienda, che ha rinviato la discussione sulla controlleria a bordo in un incontro specifico da tenersi entro questa settimana, o al massimo all’inizio della prossima, per capire se si riesce a trovare un’intesa tra le parti. Necessitano, per metter in atto una squadra di controlleria, delle assunzioni. Senza queste ultime nessun progetto può essere messo in pratica. Pertanto oggi fumata grigia. Momentaneamente lo sciopero viene sospeso. Valuteremo il da farsi dopo l’incontro con l’azienda. Intanto i lavoratori si riuniranno in assemblea venerdì sera per elaborare un piano comune di rivendicazioni”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button