Vicenza

Vicenza, intesa per crescita e occupazione dai Grandi Eventi

“La Mostra “Tutankhamon Caravaggio Van Gogh”, che aprirà i battenti a Vicenza il 24 dicembre, le celebrazioni del centenario della Grande Guerra 1915-1918, l‘Expo 2015, le fiere e le altre manifestazioni locali rappresentano occasioni concrete per un incremento occupazionale nelle attività commerciali e turistiche”. A pensarla così è Confcommercio Vicenza  che sottolinea  come, per cogliere le occasioni di sviluppo, di lavoro e di occupazione connesse ai grandi eventi, sia “essenziale proporre ai visitatori un’immagine di ospitalità ed efficienza di Vicenza della sua provincia”. Questo sarà, secondo l’associazione di categoria, un ottimo “volano di promozione turistica del territorio, in grado di dare i suoi frutti anche nel medio e lungo periodo”.

E’ in quest’ottica dunque che Confcommercio, le organizzazioni sindacali Filcams Cgil, Fisascat Cisl, Uiltucs Uil e l’Ente Bilaterale Settore Terziario di Vicenza hanno sottoscritto nei giorni scorsi “uno specifico protocollo per lo sviluppo economico e occupazionale, con l’obiettivo di ricercare i presupposti e creare le condizioni per un rilancio dell’economia vicentina, partendo, in particolare, dai settori commercio, turismo e servizi”.

“Una  volta attivati – mette in evidenza Confcommercio Vicenza – gli strumenti promozionali e aggregativi, finalizzati a rendere identificabili e riconoscibili le diverse realtà attrattive del territorio, come ad esempio l’offerta commerciale d’area, l’enogastronomia locale e l’offerta culturale, le imprese del terziario devono essere messe in grado di saper cogliere queste opportunità, proponendosi al meglio sia nel richiamo dei visitatori, sia nell’accoglienza. La priorità è, quindi, quella di formare, preparare e motivare per tempo gli imprenditori, i loro collaboratori, i loro dipendenti ed anche i disoccupati presenti sul territorio”.

Ed è qui che entra in scena l’Ente Bilaterale del settore terziario di Vicenza che, condividendo le finalità del protocollo individuate da Confcommercio e sindacati, ha ritenuto “la prospettiva di un incremento occupazionale sul territorio un obiettivo di primaria importanza”. Da qui l’impegno” diretto a sostenere economicamente i programmi di crescita di titolari e dipendenti delle imprese familiari e delle piccole imprese”.  Il piano prevede l’organizzazione di specifici percorsi formativi gratuiti per lavoratori e imprese, per incrementare le conoscenze e le competenze degli addetti e ricercare sinergie e collaborazioni tra le realtà aziendali, in un’ottica di creazione di reti d’impresa.

Le aree tematiche nelle quali si svilupperanno i percorsi di crescita riguardano: l’incremento delle potenzialità comunicative; le strategie di differenziazione d’impresa; l’ottimizzazione delle risorse; l’utilizzo dei sistemi evolutivi; la conoscenza dei prodotti enogastronomici del territorio e delle loro preparazioni. Tutte le parti che hanno sottoscritto il protocollo sono già attive per coinvolgere negli obiettivi il maggior numero di imprese e lavoratori del Vicentino. Alcuni percorsi formativi gratuiti di crescita sono già disponibili, mentre altri saranno organizzati a breve.  Per conoscere le opportunità offerte dal programma, contattare l’Ente Bilaterale di Vicenza:  telefono 0444 964300, email entebilaterale@ascom.vi.it.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ti potrebbe interessare...
Close
Back to top button