Sport

Il Vicenza in trasferta a Crotone. Lopez: “La squadra è cresciuta”

Un Vicenza con il morale certamente alto, ed una rinvigorita fiducia nei propri mezzi, fa visita, domani, sabato 27 settembre, al Crotone. I biancorossi scenderanno in campo in terra calabra nel pomeriggio, con fischio d’inizio alle 15. Le due squadre, che per altro sono a pari punti, 5 ciascuna, certamente vorranno entrambe vincere per tirarsi fuori fin da subito dalla parte bassa della classifica. In altre parole non sarà una passeggiata per la formazione di Lopez. Ed in più, il tecnico vicentino dovrà fare i conti con le assenze di uomini anche importanti.

“Vedo che la squadra – ha detto Lopez – è abbastanza cresciuta. Ci saranno pochi cambiamenti, potrei far riposare qualcuno mentre Cocco giocherà, bisognerà vedere la condizione, ma gli abbiamo chiesto di spingere al massimo. Per il resto credo di confermare la formazione dell’ultima partita”. Già, del resto squadra che vince non si cambia, dice un vecchio adagio. E contro il Bari, nei giorni scorsi, il Vicenza ha fatto sperare i suoi tifosi di aver finalmente almeno in parte ritrovato i tempi migliori.

“La vittoria – continua il mister biancorosso – ha portato consapevolezza, crediamo di potercela giocare contro tutti dando il massimo sotto il profilo tecnico, tattico, fisico. Il Bari è stato costruito per vincere un campionato. Lo stesso Perugia conserva ambizioni importanti, ma noi abbiamo dimostrato che se giochiamo con questa intensità, con questa voglia, con questa attenzione, possiamo dire la nostra contro chiunque, anche se i nostri orizzonti sono altri”.

Il tecnico tiene anche sottolineare come, assieme alla società abbia voluto “mantenere il gruppo storico dello scorso anno perché venissero conservate delle qualità umane. Ho voluto ricalcare – ha aggiunto –  quel percorso che ho vissuto io ai miei tempi. Mi sembra comunque che gli atteggiamenti e i risultati di tutti, anche dei nuovi arrivati, ci indichino che la squadra ha tracciato un’unica strada e che è quella giusta: quella del sacrifico, della lotta, del voler giocare a calcio. I nuovi si sono subito integrati”.

Quanto all’avversario di domani, il tecnico non ha dubbi. “Il Crotone – dice – si è dimostrata squadra organizzata, allenata bene, e potrebbe crearci dei problemi. Ma non temo nulla se la nostra squadra farà quello che ha dimostrato fino ad ora. Siamo molto migliorati anche tatticamente. Domani la nostra arma sarà il gruppo. Il nostro punto di forza in questo momento è il collettivo, sia chi gioca sia chi, non giocando, permette agli altri di allenarsi al meglio”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare...
Close
Back to top button