Sport

Il Vicenza, di nuovo in serie B, impegnato a Trapani

Prima partita domani del Vicenza nella stagione della Serie B un po’ rocambolescamente raggiunta a tavolino la settimana scorsa. Ed anche per questo quella di domani, alle 15 contro il Trapani, è una partita particolare per i biancorossi, che si inserisce in un periodo altrettanto particolare. La squadra infatti, malgrado qualche nuovo innesto, è ancora quella costruita per disputare un campionato di Lega Pro, e la Serie B è un’altra  cosa. Inoltre, dato che il ripescaggio è avvenuto letteralmente il giorno prima dell’inizio del campionato, la squadra ha saltato la prima giornata, nella quale era prevista la sfida con il Latina, e si trova adesso a dover affrontare tre gare in sette giorni.

Giovanni Lopez
Giovanni Lopez

Il tecnico Giovanni Lopez è infatti preoccupato soprattutto di questo, assai meno invece per lo scarto tecnico e soprattutto fisico che potrebbe esserci tra il Vicenza e le agguerrite e determinate compagini del torneo cadetto. Potrebbero bastare infatti l’entusiasmo e la motivazione dei biancorossi per pareggiare i conti.

Venendo alla è partita di domani, il Vicenza è chiamato, come dicevamo, a giocarsela sul terreno di gioco del Trapani, e la squadra è partita questa mattina alla volta della Sicilia. In aereo naturalmente, dato che il calendario ha decretato la trasferta nel luogo di Italia più lontano dal capoluogo berico. La squadra trapanese è un avversario temibile, roccioso e determinato “la classica squadra di serie B, – ha messo in evidenza Lopez, questa mattina, incontrando la stampa nel pre partita – forte fisicamente, che sfrutta le ripartenze e con un attaccante molto forte che nell’ultima stagione ha segnato 26 goal. Giocano insieme dallo scorso anno. L’organico non presenta elementi di elevatissimo spessore tecnico ma complessivamente è forte. La serie B è anche questo: chi possiede calciatori forti fisicamente e di qualità vince il campionato”

“Noi punteremo a fare il massimo, – ha aggiunto il tecnico biancorosso – penso che la squadra possa fare bene anche in serie B. Cambieranno i valori degli avversari ma domani siamo pronti a giocarcela. Moro, Sciacca e Garcia sono i nuovi giocatori che abbiamo a disposizione. Sciacca ha bisogno di fare partite, potrebbe diventare un giocatore importante se lo recuperiamo nel migliore dei modi. Credo ci vorrà circa un mese. Gli altri sono due ragazzi, e anche loro hanno bisogno di giocare, facendo esperienza ed inserendosi nel gruppo”.

Rimane il fatto che il Vicenza ha bisogno di rinforzi per disputare un torneo di Serie B. “Con la società – ha detto su questo Lopez – abbiamo definito ruoli e caratteristiche dei giocatori che mi servono. Il Club saprà intervenire nel migliore dei modi. Io penso che tre, quattro nuovi giocatori servano, per fare un buon campionato. Nelle prossime tre partite che ci attendono, mi aspetto che la squadra tenga l’impatto, che faccia bene, che cresca e dia un segnale forte”.

“E’ una squadra costruita per la Lega Pro, – ha poi concluso il mister – ma possiamo stare anche in B. Vicenza merita non solo la serie B, ma la serie A, con lo stadio colmo di gente, perché questo la città ha sempre saputo dimostrare. Ci vorrà tempo e pazienza. Ho già ringraziato il pubblico per quanto ha saputo darci nella scorsa stagione. Alla fine è andata come sappiamo, ma mi piacerebbe poter dare grandi soddisfazioni ai nostri tifosi e presentare in campo una squadra pronta a lottare sempre. Complice la squalifica non potrò fare domani il mio debutto in panchina nella nuova categoria, toccherà invece a Praticò. Per me si tratta di un’avventura nuova, stimolante e spero ricalchi la mia carriera da calciatore. Mai dire mai”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare...
Close
Back to top button