Vicenza

Vicenza, buon compleanno Comunità Educativa Contrà Fascina

Compie 35 anni la Comunità Educativa Contrà Fascina, che dal 1979 accoglie a Vicenza le ragazze adolescenti bisognose di specifici programmi di educazione e reinserimento sociale. Venerdì 26 settembre alle 18.30 è in programma la festa al parco di San Rocco. Sarà l’occasione non solo per riflettere sulle tematiche del sociale, grazie ai numerosi ospiti, ma anche per divertirsi con le storie di vita degli ultimi 35 anni, cenare assieme e ascoltare buona musica. L’evento, a cui è invitata tutta la cittadinanza, è a ingresso gratuito e ha un’unica condizione: portare da casa le proprie ciabatte.

Dalle ciabatte di Teresiana ad oggi è infatti il titolo dato alla serata, che si riferisce alla preoccupazione imminente a cui la comunità deve far fronte: cioè trovare una nuova casa entro l’anno nuovo, visto il cambio d’uso previsto per i locali di Contrà Mure S.Rocco. Già nel 1995 infatti, la fondatrice Teresiana fu costretta a cercare una nuova casa per la sua comunità, e leggenda vuole che si presentò agli uffici comunali in ciabatte, chiedendo una soluzione. Allora ci si spostò da Contrà Fascine alla sede attuale, oggi si stanno ancora cercando gli spazi adeguati, con l’obiettivo di restare in città.

Le necessità di una struttura del genere sono di circa 400 metri quadrati, composti di tre appartamenti: uno per le otto ragazze ospiti, un secondo per la cosiddetta “famiglia di supporto”, importante modello di normalità per le adolescenti, un terzo chiamato “di sgancio”, dove le due ragazze più mature provano a convivere da sole prima di lasciare la comunità. Sono 80 le ragazze aiutate in questi 35 anni, molte delle quali saranno presenti alla festa con i loro figli e le loro famiglie. Assieme a loro, la fondatrice Teresiana Viazzarin, sempre ricca di storie da raccontare, gli educatori che si occupano del programma formativo della struttura e molti altri ospiti, dal professor Mauro Ferrari della Cà Foscari al presidente del Coordinamento Nazionale delle Comunità d’Accoglienza Don Armando Zappolini.

Teresiana Viazzarin
Teresiana Viazzarin

“Fin dal 1979 – racconta Teresiana Viazzarin – ho incontrato mani, piedi e volontà intorno all’idea che avevo in mente. Tante persone propositive, che hanno dato vita a questo progetto un po’ idealista: creare una comunità che non sia solo accoglienza, ma un vero e proprio esempio di vivibilità”

La fondatrice accenna a numerose storie, dall’adolescente spedita in campagna per provare la sana vita contadina, alle numerose ragazze madri, miracolate da una gravidanza nonostante vivessero all’interno di una comunità tutta al femminile. Ci sarà spazio venerdì per capire che genere di situazioni-limite una associazione di questo tipo si trovi ad affrontare.

“La Comunità Educativa Contrà Fascina – dice l’assessore alla comunità e alle famiglie Isabella Sala – ha visto con largo anticipo quello che stava accadendo nella società, e ha creato non solo una comunità, ma un vero e proprio stile di vita, proponendo un’idea di cittadinanza accogliente e sobria di grande attualità. Il punto di forza e di merito da sottolineare – conclude Sala – è stato proprio il puntare sull’idea di accoglienza, trovando, di fronte al disagio, non un problema da cui difendersi, ma un’ipotesi di soluzione”

“Per le 80 donne che hanno vissuto con noi – conclude Barbara Balbi, presidente della cooperativa sociale Tangram, che coordina la comunità – la casa è stata e continua ad essere un punto di riferimento: chi per condividere un pasto, chi per venire a mostrare il figlio appena nato, chi perché ha ancora bisogno di qualche aiuto o semplicemente vuole ritrovare la vecchia compagnia”

Una comunità intera si troverà riunita venerdì per la sua festa dunque, celebrando la sua nobile attività di formazione e raccontando ai presenti la sua esperienza di vita. Di tutto questo la cittadinanza intera è invitata a prendere qualche gustoso assaggio.

Riccardo Carli

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button