Cultura e Spettacoli

Vicenza, a Borgo Berga esplode l’arte nel museo urbano all’aperto

Si scrive Bum ma non è un’esplosione, almeno non in senso letterale. Lo è invece in senso artistico, visto che ci saranno venticinque illustratori e 150 metri di opere. Si alzerà sabato 4 ottobre il sipario sul Berga Urban Museum, progetto che trasformerà la piazza verde del nuovo complesso residenziale di Borgo Berga in uno spazio espositivo a cielo aperto, con l’illustrazione internazionale che tornerà protagonista a Vicenza dopo il successo della collettiva Illustri. Un evento patrocinato dal Comune berico, che vuole creare nel quartiere di Borgo Berga un nuovo polo culturale per la città in uno spazio di oltre 2000 metri quadrati caratterizzato dall’ampia area verde centrale.

KEITH NEGLEY_TimbersA curare il progetto – che nelle intenzioni dei promotori vuole essere solo il primo di una serie di appuntamenti – è l’illustratore vicentino Ale Giorgini che, come successo per la mostra in Basilica Palladiana, porterà a Vicenza un centinaio di opere di 25 tra i maggiori esponenti dell’illustrazione italiana e internazionale. Talenti apprezzati con i principali riconoscimenti del settore (come la Medaglia d’oro della Society of Illustrators nel caso di Shout o il Leone d’Oro a Cannes vinto dagli spagnoli Brosmind) e prestigiose collaborazioni: dal New York Times ad Apple, dal New Yorker a Nike, dal Wall Street Journal alla Lucas Film. Un evento, come spiega lo stesso Giorgini, che “porterà a Vicenza alcuni nomi prestigiosi dell’illustrazione da tutti e cinque i continenti”.

Tra questi spiccano l’australiano Jeremyville (autore del primo libro al mondo sui toys designers e di best seller internazionali), gli inglesi Noma Bar (vincitore del prestigioso Yellow Pencil Award per la serie di cover di Don DeLilo) e Stanley Chow (il cui disegno per i The White Stripes è stato nominato ai Grammy Award), del tedesco Christoph Niemann (cronista grafico del New York Times Magazine, reduce da un reportage dai Mondiali in Brasile) e l’italiano Shout, che da fine ottobre sarà nuovamente a Vicenza con una sua personale. Ogni artista sarà presente con quattro opere esposte lungo una palizzata nella piazza e accessibili al pubblico.

SHOUT_turtleL’inaugurazione di sabato 4 ottobre, a partire dalle 17, vedrà anche la performance di Riccardo Guasco: l’illustratore e pittore di Alessandria realizzerà un’opera che resterà poi permanente a Borgo Berga. L’ingresso all’evento e la visita saranno sempre liberi e gratuiti. Il giorno dell’apertura sarà presentato anche il catalogo che raccoglierà tutte le opere esposte.

Berga Urban Museum nasce con l’obiettivo di creare nel quartiere di Borgo Berga un nuovo polo culturale per la città. Andando così a rimarcare l’aspetto pubblico di questo spazio di oltre 2000 metri quadrati caratterizzato dalla sua ampia area verde centrale. L’evento – che nelle intenzioni dei promotori vuole essere solo il primo di una serie di appuntamenti – ha il patrocinio del Comune di Vicenza.

In occasione dell’imminente inaugurazione abbiamo incontrato il curatore Giorgini.
Che effetto fa portare a Vicenza i lavori di artisti così noti nel mondo?
“É un sogno che prende vita. Il mio personale obiettivo è quello di portare a Vicenza il fermento artistico e culturale che per troppo tempo è mancato. Il Berga Urban Museum e Illustri, che nel 2015 diventerà un festival dedicato all’illustrazione, si muovono in questa direzione. É per me un privilegio poter essere il curatore di questi due importanti eventi ed è un onore poter ospitare nella mia città artisti di caratura internazionale come quelli esposti al BUM o come quelli che saranno presenti alla prima edizione di Illustri Festival prevista nel dicembre 2015”.

JEREMYVILLE_ImagineEternityChe pubblico ti aspetti, giovane o di ogni età?
“L’illustrazione è un linguaggio universale, che viene compreso da tutti. É vera e propria arte popolare. Mi aspetto quindi un pubblico trasversale, proprio come quello che ha affollato le sale della Basilica Palladiana durante la prima edizione di Illustri lo scorso anno. Inoltre l’inaugurazione sarà una vera e propria festa per tutti i cittadini: l’abbiamo voluta e progettata perché sia un momento diametralmente opposto a quelle noiose, silenziose e algide inaugurazioni cui spesso accade di partecipare. Uno spazio verde letteralmente circondato da 100 gigantografie delle opere di 25 illustratori provenienti da tutto il mondo, un live painting che vedrà Riccardo Guasco realizzare un’opera dal vivo di sette metri quadrati, musica, colore e molte altre soprese che non posso svelarvi. Il consiglio è davvero quello di non mancare: sarà una giornata memorabile”.

Il progetto nasce per creare un nuovo polo culturale in città. Che ne pensi?
“É un’opportunità straordinaria per Vicenza. Il Berga Urban Museum è un progetto che non si esaurisce con questo primo evento, molte altre idee sono già in agenda e non sarà solo l’illustrazione ad esserne protagonista. Con il BUM contiamo di fare quello che normalmente succede nelle grandi capitali: eleggere un’area della città, in questo caso un quartiere completamente nuovo, a centro nevralgico della cultura cittadina attraverso una serie di eventi e iniziative che porteranno grande fermento a Borgo Berga. Questa è l’intenzione anche dell’azienda che produce e sostiene il progetto e che ha avuto sin dalle prime battute una visione lungimirante rispetto al progetto”.

Come vedi l’attuale momento artistico e culturale di Vicenza?
“A Vicenza non c’è mai niente da fare… Per troppo tempo ho sentito ripetere allo sfinimento questa frase dai miei coetanei. Oggi questa frase è diventata un ricordo: non ho mai assistito ad un momento così vivo per la cultura vicentina, con offerte di grande qualità che soddisfano ogni tipo di pubblico. La città si è destata dal torpore che ci ha sempre tenuto fuori dalla scena culturale nazionale, grazie al lavoro delle tante associazioni culturali del territorio e grazie anche ad una visione illuminata da parte dell’Amministrazione di Vicenza”.

Alessandro Scandale

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button