Vicenzavicenzareport

Vicenza, arrestata la donna che aveva rapinato un commerciante indiano

E’ accusata di aver rapinato, lo scorso 9 settembre, un indiano portando gli via millesettecento euro. La polizia l’ha trovata e arrestata questa mattina. Si tratta di Narcisa Enache, 24enne rumena con precedenti. I fatti risalgono, come già detto, al 9 settembre quando un commerciante di preziosi indiano, residente in Belgio, ha deciso di passare qualche giorno a Vicenza per visitare la fiera dell’oro. La sera era andato a mangiare una pizza a Villa delle Rose e poi aveva deciso di fare una passeggiata prima di chiamare un taxi. L’uomo ha camminato fino in viale San Lazzaro, arrivato nella zona del Campiello è stato avvicinato da una ragazza che ha iniziato a fargli dei complimenti e l’ha invitato a salire nel suo appartamento.

Narchisa Enache
Narchisa Enache

Una volta dentro l’indiano si è accorto che mancava la luce, si è insospettito e ha tentato di scappare, la donna ha però chiuso la porta e gli ha rubato il portafoglio con i millesettecento euro. A nulla sono valse le urla dell’uomo perché è stato prontamente sbattuto fuori di casa. Lui, invece che chiamare la polizia, ha deciso di aspettare la donna sotto casa, sicuro che prima o poi sarebbe uscita. E infatti così è stato, peccato però che quando lui le ha chiesto di restituirgli i soldi è stato accerchiato da tre energumeni che lo hanno picchiato. A questo punto l’uomo ha telefonato al 113.

Gli agenti delle volanti giunti sul posto sono saliti nell’appartamento indicato e sono stati accolti da due uomini, uno senza documenti, l’altro già noto alle forze dell’ordine perché aveva l’obbligo di firma, ma l’indiano  non li ha riconosciuti come suoi aggressori. I poliziotti hanno trovato in casa delle foto sparse sul pavimento che ritraevano una donna, riconosciuta dall’uomo come autrice della rapina. Le indagini sono scattate immediatamente e ieri sera la donna indicata dall’indiano, la Enache appunto, è stata trovata in strada mentre esercitava la sua professione, la più antica del mondo. Una volta portata in Questura ha anche dichiarato di essere incinta, ma dagli esami effettuati è risultato che aveva dichiarato il falso.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button