Sport

Real Vicenza, Marcolini: “Vittoria meritata”

Mister Marcolini è raggiante dopo la vittoria del suo Real Vicenza ed elogia tutti i suoi ragazzi protagonisti di una bella partita. “Onestamente non siamo stati brillantissimi nelle giocate in determinati momenti della partita – dice l’allenatore biancorosso –  però la pressione è sempre stata alta, abbiamo sempre giocato all’attacco, magari non riuscendo a creare delle occasioni clamorose però conducendo sempre la partita. I ragazzi hanno avuto un ottimo atteggiamento. Era la terza partita nel giro di poco e a livello mentale questo è sempre pericoloso perché si rischia di commettere qualche ingenuità, qualche disattenzione e invece la cosa che è balzata all’occhio oggi è stata la concentrazione assoluta della squadra. Anche se attaccavamo in tanti eravamo sempre ben coperti, la difesa ha fatto un ottimo lavoro e alla fine è arrivata questa vittoria meritata, ed è un premio per questi ragazzi che hanno fatto novanta minuti intensi”.

Marcolini si sofferma poi sui singoli: “Raphael è stato determinante sui due gol, è una punta di grande stazza e quindi ogni palla che gli gravita intorno diventa un pericolo per la difesa avversaria. Non sono solito a fare i complimenti ad un giocatore in particolare ma uno speciale lo voglio fare a Pavan che oggi è stato il migliore in campo perché ha sempre lavorato bene e questa settimana in allenamento ha alzato le sue prestazioni. Non l’avevo mai schierato ma in questi giorni lo avevo visto veramente bene e la sua risposta in campo è stata straordinaria, ha fatto da punto di riferimento sia in costruzione che in fase di distruzione. Sono davvero molto contento. Cristini è un giocatore in grande crescita”.

Infine l’analisi della partita vinta nei minuti finali: “Abbiamo costruito una squadra piuttosto fisica e quindi credo che questo possa essere anche un vantaggio per il proseguimento del campionato. Più passava il tempo più avevo paura della beffa che spesso si vede nei campi di calcio. La squadra è rimasta sempre compatta anche quando non riuscivamo a forzare, anche dal punto di vista tecnico, e con questo campo è dura, ho visto che nel secondo tempo la pressione è stata maggiore”.

Luis Oliveira, allenatore della Pro Patria, è rammaricato per aver buttato via un pareggio che sembrava ormai certo: “Tre punti buttati via. Paghiamo l’inesperienza perché sono tutti ragazzi giovani. Il gol che abbiamo preso è stato un errore, abbiamo lasciato da solo un giocatore in area. Abbiamo giocato contro una squadra con esperienza. Andare a casa con una sconfitta avvenuta negli ultimi minuti non è bello. Dispiace perché questi ragazzi hanno dato tutto, è mancata la concentrazione”.

Monica Zoppelletto

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare...
Close
Back to top button