Arte, Cultura e Spettacoli

Premio Campiello, vince Giorgio Fontana con “Morte di un uomo felice”

Vincitore a sorpresa, quest’anno, al Premio Campiello. Il prestigioso riconoscimento letterario veneziano è stato infatti vinto da Giorgio Fontana, di appena 33 anni, con il romanzo Morte di un uomo felice , edito da Sellerio. Ha ottenuto 107 voti sui 291 inviati dalla Giuria dei Trecento Lettori Anonimi, il cui verdetto è stato annunciato ieri sera, sul palco del Gran Teatro La Fenice di Venezia, durante uno spettacolo condotto da Neri Marcorè e Geppi Cucciari.

Al secondo posto, con 74 voti, si è classificato Michele Mari, con Roderick Duddle (Einaudi), al terzo posto invece, con 43 voti, Mauro Corona con La voce degli uomini freddi (Mondadori). Gli altri due entrati a suo tempo nella cinquina erano  al quarto, Giorgio Falco, con La gemella H (Einaudi),  e Fausta Garavini, con Le vite di Monsù Desiderio (Bompiani), rispettivamente quarto e quinto con 36 e 31 voti.

La Giuria dei Trecento Lettori anonimi della 52^ edizione del Premio Campiello, che ha decretato la vittoria di Fontana, era composta da 20 casalinghe, 48 imprenditori, 101 lavoratori dipendenti, 78 liberi professionisti e rappresentanti istituzionali, 31 pensionati, 22 studenti. Tra i personaggi famosi: lo Chef Carlo Cracco, la cantante Irene Grandi, l’attore Marco Paolini, il giornalista Gianluigi Paragone, l’attrice Stefania Rocca, la giornalista Alessandra Viero.

La serata della finale di ieri verrà trasmessa in televisione mercoledì 17 settembre, alle 23, su La7. Lo spettacolo è stato condotto per il secondo anno consecutivo da Neri Marcorè e Geppi Cucciari, che sul palco della Fenice hanno presentato un mix di contenuti culturali e intrattenimento. La regia è stata affidata a Cristian Biondani, per un format che ha posto al centro i libri, gli scrittori finalisti e le loro storie. Ad arricchire la serata, la voce di Renzo Rubino, cantautore italiano classificatosi al terzo posto all’ultimo Festival di Sanremo.

Nel corso della serata è stato consegnato anche il Premio Fondazione Il Campiello, Ovvero il Campiello alla carriera, assegnato quest’anno a Claudio Magris. Inoltre è stato premiato il vincitore del Premio Campiello Opera Prima, Stefano Valenti, con il romanzo La fabbrica del panico (Feltrinelli), il vincitore del Campiello Giovani, Maria Chiara Boldrini, 17 anni di Bientina, in provincia di Pisa, con il racconto Odore di Sogni e il riconoscimento estero, ad  Ambra Giacometti, 19 anni di Locarno, in Svizzera, con il racconto Anemia – Storia di una mancanza.

Il Premio Campiello, istituito nel 1962 dagli Industriali del Veneto, è promosso e gestito dalla Fondazione Il Campiello, composta dalle sette Associazioni Industriali del Veneto e dalla loro Confindustria regionale. E’ la più importante iniziativa in campo culturale promossa da Confindustria Veneto ed uno dei pochi casi di successo in Italia di connessione concreta e strategica tra mondo dell’impresa e della cultura. Nel corso degli anni il Premio ha raggiunto il vertice delle competizioni letterarie italiane.  Più informazioni su: www.premiocampiello.org.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button