Sport

Pareggio del Vicenza, Praticò: “Godiamoci questo punto”

Mister Praticò, in panchina al posto dello squalificato Lopez, è soddisfatto della prestazione della squadra che ha saputo mantenere una situazione di pareggio a reti inviolate, contro il Latina,  nonostante l’inferiorità numerica dopo soli nove minuti. “E’ un punto meritato  – dice Praticò – per il sacrificio che abbiamo fatto tutti insieme. Io ho cercato di dare il meglio di me, di incitare i ragazzi. Sia io che la panchina siamo stati vicini alla squadra soprattutto dopo l’espulsione. Dobbiamo essere cattivi, sportivamente parlando, come stasera, la scorsa volta non lo siamo stati e abbiamo perso. Non giudico l’operato dell’arbitro. Il carattere non deve venir meno perché siamo in una categoria importante”.

Una considerazione sui singoli: “Vigorito è stato un protagonista importante ma non è stato il solo, tutti sono stati protagonisti stasera. Il merito va a tutti. Ho tolto Spiridonovic anche se si stava muovendo bene ma ho dovuto fare una scelta e ho fatto uscire lui per un discorso tecnico, fisico e tattico. Le doti di Di Gennaro le conosciamo tutti, dobbiamo solo aspettare di arrivare al massimo della condizione. Maritato è quello che aveva recuperato meno da domenica per questo non è partito titolare. Ho dovuto fare delle scelte che alla fine si sono rivelate giuste. Sbrissa è un ragazzo di 18 anni a cui non bisogna mettere pressione, lui lavora, è umile, ha fatto bene in queste due partite”.

Un’ultima battuta l’ha riservata per gli avversari e i tifosi: “Godiamoci questo punto. Abbiamo affrontato una squadra forte e abbiamo tenuto bene, loro nel secondo tempo hanno corso male e hanno speso di più dal punto di vista fisico. I tifosi ci hanno aiutato nel secondo tempo, devono capire che noi siamo così, possiamo vincere o perdere coi nostri limiti umani e tecnici”.

L’allenatore del Latina, Beretta, è soddisfatto della prestazione dei suoi ragazzi: “Sono contento della prestazione della squadra, sono contento. E’ partita con un grande piglio. Abbiamo avuto tante occasioni, bisognava fare gol in parecchie occasioni. Purtroppo ogni volta che eravamo in area c’era un fischio dell’arbitro e abbiamo giocato poco. La squadra fisicamente sta bene e sono contento. E’ importante la condizione della squadra, l’approccio alla partita e l’entusiasmo e siamo partiti con una grande personalità. Sotto questo aspetto sono soddisfatto”. Beretta sapeva di affrontare un Vicenza agguerrito: “Avevo molto timore di questa partita, abbiamo affrontato una squadra con molti giocatori che avevano già giocato in questa serie. Il rigore forse ha condizionato un po’ Paolucci”.

M. Z.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button