Economia

Impianti di riscaldamento, un convegno per i tecnici del settore

Confartigianato e Regione Veneto uniscono le loro a favore del comparto della climatizzazione degli edifici e di un migliore servizio all’utenza. Del resto è questo il periodo nel quale, archiviata in buona parte l’estate, si comincia a pensare alle revisioni ed ai controlli sugli impianti di riscaldamento. Ed ecco tre convegni, previsti in Veneto proprio per illustrare a installatori e manutentori professionisti le novità in materia di modelli di libretto di impianto per la climatizzazione e di rapporto di efficienza energetica previste dal decreto n. 74/2013.

Il primo dei tre convegni interprovinciali sull’argomento, dedicato alle imprese di Vicenza, Rovigo e Verona, è in programma mercoledì 3 settembre, a partire dalle 17.30, al Centro Congressi Confartigianato di Vicenza, in via Fermi 201. Sarà l’occasione per  tecnici della Regione e i rappresentanti della categoria di spiegare in dettaglio la delibera regionale n°1363 del 28 luglio.

Maurizio Pellegrin
Maurizio Pellegrin

“Serviva un po’ di chiarezza – ha sottolineato Maurizio Pellegrin, vicentino, nella sua veste di presidente regionale degli installatori di Confartigianato – dopo il susseguirsi di notizie, anche infondate, che si sono succedute dall’approvazione un anno fa del decreto 74/2013. Siamo alla soglia di un importante processo di semplificazione e di regolazione di un mercato significativo per gli installatori, ed è bene che venga affrontato nel modo giusto”.

“Mi aspetto –ha aggiunto – una grande affluenza da parte dei colleghi. È importante infatti che la categoria approfondisca subito il nuovo modello di libretto di impianto per la climatizzazione degli edifici, integrato e perfezionato rispetto a quello previsto dal decreto del Ministero dello Sviluppo Economico, e i modelli di rapporto di controllo di efficienza energetica, in modo da applicarli gradatamente a iniziare dal periodo autunnale in occasione degli interventi di manutenzione previsti per l’avvio degli impianti di riscaldamento”.

“La riforma si compirà – ha concluso Pellegrin –  a inizio 2015, una volta avviato il catasto regionale, grazie al quale sarà possibile inviare i rapporti di controllo per via telematica con un’ulteriore semplificazione per operatori e utenti. È molto atteso anche il provvedimento regionale sul cosiddetto bollino blu che, grazie all’applicazione del sistema telematico, sarà di importo inferiore rispetto a quello finora applicato nei vari Comuni e soprattutto con una tariffa uniforme su tutto il territorio”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ti potrebbe interessare...
Close
Back to top button