Cronaca

Cronaca flash

Creazzo, incendio alla Cormas –

Un brutto incendio è divampato stamattina verso le 11 alla ditta Cormas di Creazzo. Dalla canna fumaria dell’azienda, che si occupa di lavorazione di metalli, è improvvisamente uscito del fumo nero visibile fino in città. Probabilmente il fuoco è stato provocato da qualcosa che è stato bruciato all’interno di un forno secondario. Sul posto sono intervenuto i vigili del fuoco, la polizia locale e i tecnici dell’Arpav per effettuare i rilievi. E’ stato allertato anche il Suem per prestare soccorso a un vigile urbano, giunto per primo sul posto, vittima di un’ intossicazione.

Si spacciano per assistenti sociali e le rubano 5 mila euro

Le truffe ai danni degli anziani sembrano non avere fine. L’ultima, in ordine di tempo, è avvenuta stamattina a Noventa Vicentina. Alle 11, due donne, spacciandosi per assistenti sociali si sono presentate davanti la porta di un’anziana, sola in casa, dicendole di dover eseguire un’operazione  per igienizzare la casa. La signora credendo alle loro parole le ha fatte entrare. Le truffatrici, mentre giravano per la casa con la scusa di doverla igienizzare, si sono intascate tutti i risparmi della vecchietta che ammontano a 5 mila euro. L’anziana si è accorta solo tre ore dopo di essere stata vittima di una truffa e ha denunciato immediatamente l’accaduto ai carabinieri che hanno avviato le indagini. Le forze dell’ordine si raccomandano di non dare credito a sconosciuti che si presentano come assistenti sociali, ispettori Inps o altre qualifiche con la scusa di dover entrare in casa per compiere fantasiose operazioni. E’ raccomandato dunque allertare subito il 112 che provvederà a mandare sul posto una pattuglia per verificare la situazione.

Ruba un’auto, denunciato

Ieri sera si era allontanato per pochi minuti lasciando l’auto parcheggiata in via IV novembre a Santorso e quando è tornato non l’ha più trovata. Vittima della spiacevole sorpresa è un uomo che ha denunciato immediatamente il furto ai carabinieri della compagina di Schio. I militari hanno avviato subito le indagini che hanno permesso di ritrovare l’Opel Corsa del malcapitato abbandonata, col motore ancora caldo. Le ricerche sono proseguite e i carabinieri dopo una breve ma intensa ricerca hanno denunciato il responsabile del furto, un 37enne di Piovene Rocchette.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare...
Close
Back to top button