Controllo straordinario del territorio in tutto il Veneto da parte dei carabinieri

Un servizio di controllo straordinario del territorio mirato a contrastare i reati predatori è stato effettuato nelle giornate del 22 e 23 settembre in tutto il Veneto da parte dei carabinieri.

Nella provincia di Vicenza il servizio è durato dalle 14 alle due con la disposizione di dodici posti di blocco e otto posti di controllo nelle ore notturne. Nel corso dell’operazione sono stati impiegati 70 militari e 30 vetture, sono stati sequestrati 3 grammi di droga, controllati 154 veicoli, identificate 203 persone e ritirate due patenti. Per i posti di blocco vengono impiegate tre macchine e viene effettuato un filtraggio di tutte le autovetture in transito su una corsia, incanalandole con la segnaletica stradale e birilli. I militari individuano, tra quelle incanalate, le auto da fermare e sottoporre a controllo. I posti di controllo invece vengono effettuati con un solo equipaggio che effettua controlli a campione sulle macchine in transito. I posti di blocco e controllo sono stati disposti in aree idonee sotto il profilo della sicurezza e in quelle località dove si è riscontrata una concentrazione di reati predatori.

Le sette province della Regione hanno impiegato complessivamente 829 militari con l’ausilio di un elicottero del 14° elinucleo di Treviso che supportato le operazioni dall’alto. Il capillare controllo si è concluso con: 19 persone arrestate per reati di riciclaggio, estorsione, lesioni e furto, 112 soggetti denunciati, il sequestro di 500 grammi di sostanze stupefacenti. Sono stati controllati 2 mila 27 veicoli e 2 mila 665 persone, con decine di contestazioni per gravi violazioni al codice della strada.

M. Z.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità