Cultura e Spettacoli

La Piccionaia racconta Marostica “A cielo aperto”

Una passeggiata nel centro storico della città, condotti dalle radioguide e da un attore performer. Una passeggiata alla scoperta dei legami che uniscono strade, piazze, edifici. Questo è “A cielo aperto”, il progetto che La Piccionaia Teatro Stabile di Innovazione ha realizzato per il Comune di Marostica e che promette di raccontare la città degli scacchi da punti di vista inediti, attraverso un percorso che si svolgerà questa sera, alle 19 e alle 21, e domenica 10 agosto, in tre momenti alle 17, 19 e 21. Un progetto site specifico che, in circa un’ora, condurrà i partecipanti attraverso la città, incontrandone la storia e gli abitanti, raccontandone i saperi ed i sapori, spostandosi oltre la superficie e incontrando angoli più defilati, per creare un’occasione di visita originale ed appassionante.

“A cielo aperto” nasce nell’ambito di “Silent Play”, progetto su cui il direttore artistico de La Piccionaia Carlo Presotto e l’attrice Paola Rossi sono impegnati da alcuni anni: un progetto che reinventa la tecnologia dell’audioguida al di fuori dei tradizionali circuiti turistici e museali, facendola diventare uno strumento di narrazione teatrale ed esperienziale dei luoghi, per raccontare il territorio da nuove angolazioni riscoprendone i significati, le memorie, le storie e le prospettive.

A Marostica, il percorso di lavoro prevede la realizzazione di una serie di interviste coordinate dal regista Carlo Presotto. La drammaturgia di Paola Rossi e le azioni di performance urbana di Matteo Balbo costruiranno un percorso multisensoriale fatto di analogie, intessuto di brani letterari e sonori, in cui lo spettatore si troverà a diventare inconsapevolmente attore sulla scena della città. Il progetto sarà arricchito dalla collaborazione dell’architetto Sergio Los, esperto di spazi urbani e antesignano dell’architettura bioclimatica, originario proprio di Marostica.

Lungo l’itinerario si potranno ascoltare testimonianze e racconti di alcuni abitanti della città, musiche che daranno il ritmo ai passi, indicazioni che dirigeranno gli sguardi e le azioni. Si incontreranno personaggi della Marostica di oggi e del passato: dall’artista-pasticcere Marco Chiurato, alla pedagogista Arpalice Cuman Pertile, dal botanico e naturalista Prospero Alpini, all’attuale farmacista della piazza, dalle bande di ragazzini che si sfidavano in memorabili duelli per le strade del paese, ai cittadini di oggi che si interrogano sul futuro urbanistico della città.

Si visiteranno luoghi noti e meno noti, portando uno sguardo curioso sui particolari e sulle storie che si celano dietro gli angoli delle strade e dietro le facciate degli edifici. Si percorreranno la “contrà sporca”, il “callesello”, la “salitella”; si incontreranno il “torresino”, il capitello, le fabbriche dismesse, le chiese; si esploreranno la farmacia e gli spalti del castello.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button