Vicenzavicenzareport

Vicenza, vigile controlla le squillo e il protettore lo picchia

“Esprimo la solidarietà mia e dell’amministrazione all’ispettore ferito. Il responsabile della violenta aggressione deve essere arrestato e punito duramente insieme a coloro che lo hanno spalleggiato”. È il commento del sindaco di Vicenza, Achille Variati, dopo l’aggressione subita ieri notte da un ispettore della polizia locale durante un controllo antiprostituzione in città, nella zona di San Lazzaro, nei pressi del residence Campiello. L’agente della polizia locale vicentina ha ricevuto un pugno da un uomo di nazionalità rumena, che gli ha procurato fratture al viso e al setto nasale.

“Gli faccio i miei migliori auguri per una pronta guarigione dopo l’operazione che ha dovuto subire – dice il sindaco -. A lui, ai suoi familiari e a tutto il corpo della polizia locale esprimo la solidarietà mia e dell’amministrazione per questo atto di violenza inaccettabile verso chi stava svolgendo il proprio lavoro al servizio della comunità”.

L’attenzione dell’amministrazione comunale in quella zona della città è molto alta come è noto, e come testimoniato del resto proprio dai controlli di ieri sera. Un controllo che evidentemente è stato giudicato “pericoloso” da una criminalità che si fa sempre meno scrupoli e che sembra divenire sempre più arrogante e sfrontata persino davanti alle forze dell’ordine.

Anche per questo Variati rivolge il suo “ringraziamento agli agenti per l’impegno quotidiano. Il responsabile della brutale aggressione deve essere arrestato al più presto. Ha agito con violenza inaudita e intollerabile per le regole di una città civile come la nostra. Se è di nazionalità rumena, vada in galera e poi sia costretto a tornare nel suo paese. Questo mi aspetto dallo Stato e questo si aspettano i cittadini dal Parlamento, che deve rispondere con leggi efficaci alla criminalità”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button