Vicenzavicenzareport

Vicenza, l’albergo delle sedie a colori

“Sono molto colpito dalla qualità di questo lavoro che ha un tocco d’arte speciale. Questa manualità artigianale è molto positiva e il Comune farà il possibile per aiutare in futuro questa iniziativa. Agli ospiti dell’albergo dico forza, non mollate, usate le mani per favi strada nella vita. Se avete la testa che funziona e le mani abili potete raggiungere un risultato. Non sentitevi solo assistiti, ma parte integrante di questa città, di questa società fatta di persone. Nella nostra comunità nessuno deve restare senza una sedia, senza un posto”.

Achille Variati
Achille Variati

Così il sindaco di Vicenza, Achille Variati, intervenuto ieri pomeriggio all’inaugurazione del mercatino delle sedie riciclate all’albergo cittadino di viale San Lazzaro, dove una decina dei cinquanta ospiti hanno dato vita negli ultimi tre mesi ad un laboratorio nel quale sono state sistemate con fantasia e creatività una trentina di sedie che erano destinate al macero e che alcuni cittadini avevano donato tempo addietro rispondendo all’appello del Comune.

Il laboratorio di restauro L’albergo del rinnovo ha visto gli ospiti senza fissa dimora lavorare sotto la direzione della tutor specializzata in arti visive Giulia Dal Lago, che ha insegnato loro le tecniche di restauro e pittura, in un’ottica di reinserimento sociale. “Abbiamo scelto la sedia – ha aggiunto il sindaco – come simbolo della necessità di avere un posto al quale sedersi, un posto nella società per non sentirsi esclusi ed emarginati. Il laboratorio, come del resto la stessa presenza dell’albergo cittadino a Vicenza, ha una valenza di vicinanza e di prossimità verso le persone che sono in difficoltà per diversi motivi, persone che vivono in questa struttura e che collaborano anche alla manutenzione dei locali”.

CIMG1924Una delle sedie, assieme ad un coloratissimo quadro intitolato Risucchio, sarà donata dagli ospiti al sindaco Variati per ringraziare l’amministrazione comunale del supporto e dell’accoglienza di cui godono, e insieme per ricordare i tanti cittadini in difficoltà. Gli ospiti stessi riceveranno il denaro ricavato dalla vendita delle sedie restaurate, in segno di gratitudine e di sostentamento per le necessità quotidiane, mentre alcuni donatori di sedie hanno già prenotato la sedia riciclata e rigenerata. Inoltre, da settembre il laboratorio sarà esteso anche ai cittadini che vorranno imparare a restaurare sedie e poltrone, per diletto ma anche per farne un possibile sbocco lavorativo.

Isabella Sala
Isabella Sala

All’evento inaugurale erano presenti anche l’assessore alla comunità e alle famiglie, Isabella Sala, e Daniele Sandonà, presidente di Cosep, la Cooperativa di servizi che si occupa della struttura di viale San Lazzaro e che nell’occasione ha anche festeggiato il trentennale di attività. E’ stata l’occasione per esporre, oltre alle sedie riciclate, anche alcuni simpatici manufatti in legno e creta realizzati nel laboratorio-bottega delle attività diurne occupazionali di via Cederle, nel quartiere vicentino dei Ferrovieri.

“Oggi – ha detto Sandonà – è un giorno significativo per l’albergo cittadino. Grazie all’appoggio non solo logistico dell’amministrazione comunale, realizziamo un piccolo grande progetto che assume un valore simbolico per la città, ma importante per coloro che vivono in questa struttura”.

Alessandro Scandale

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button