Breaking News
Vicenza - Il fiume Retrone e i suoi ponti

Turismo, positivi per il Veneto i primi cinque mesi del 2014

Sono positivi per il Veneto i dati sulle presenze turistiche dei primi cinque mesi di quest’anno. Nel mese di maggio in particolare la nostra regione ha fatto registrare un interessante risultato, soprattutto per quanto riguarda gli arrivi dai nuovi mercati russo e cinese. Un buona notizia viene anche dal turismo nazionale, che si conferma in ripresa secondo un trend che era già evidente nei mesi scorsi e che ora porta la crescita delle presenze italiane ad un +11,4 per cento.

torre-bissaraUn buona notizia per Vicenza, che sta lavorando alacremente per  consolidare un’immagine di importante città d’arte e di cultura, viene dalle  rilevazioni che confermanoil buon andamento  proprio delle città d’arte, con una crescita di quasi il 6 per cento degli arrivi. Sono in ripresa anche le terme (+ 3,5). Sostanzialmente confermato il trend relativo alla tipologia delle strutture di ospitalità, con una crescita negli alberghi a 4 e 5 stelle e di lusso, una sostanziale parità in quelli a 3 stelle e un -2,5 per cento in quelli a 1 o 2 stelle. E’ confermato pure (+16,4 per cento) l’apprezzamento per l’agriturismo.

“Il maggio di quest’anno – ha commentato l’assessore al turismo del Veneto, Marino Finozzi, – è probabilmente il mese meno indicato per delineare bilanci, ma i numeri sono confortanti. Va segnalato però che il posticipo della Pentecoste a giugno, mentre lo scorso anno la si è celebrata in maggio, rende inattendibili i dati riguardanti il turismo proveniente dai paesi di lingua tedesca, dove questa festa è particolarmente sentita e utilizzata per periodi di ferie. Tedeschi e austriaci sono i nostri migliori clienti, e rappresentano mediamente un quinto degli arrivi e quasi un terzo delle presenze, ma per una comparazione dovremo attendere le rilevazioni di giugno”.

I dati confermano invece le aspettative sul turismo cinese, che nei primi cinque mesi dell’anno ha registrato un +24,7 per cento degli arrivi, collocandosi al 4° posto nella graduatoria del turismo estero, con una crescita del 23,5 per cento nelle presenze, dove la Cina si piazza al 9° posto subito alle spalle della Russia, che comunque sia registra un +0,3 per cento di pernottamenti. “Vediamo come andrà la stagione turistica – ha concluso Finozzi –, ma io sono abbastanza ottimista nonostante l’andamento altalenante del tempo e gli errori nelle previsioni meteo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *