Thiene e dintorni

Thiene, al via l’atteso piano di ristrutturazione delle scuole

E’ stato firmato ieri un accordo tra la Provincia di Vicenza ed il Comune di Thiene per il riordino dell’edilizia scolastica  cittadina. “Si tratta di un passaggio fondamentale e per noi di assoluta priorità – ha commentato il sindaco thienese, Giovanni Casarotto -.  Un accordo che è stato raggiunto grazie all’impegno congiunto di questa amministrazione e della Provincia di Vicenza, che hanno lavorato in sinergia. E’ stata studiata una soluzione equilibrata e soddisfacente, che potrà finalmente  risolvere i problemi degli istituti scolastici thienesi, sia per quanto riguarda le medie inferiori che le superiori.  Ora l’iter burocratico è stato avviato e si  tratta solo di rispettare i programmi e i tempi che entrambi gli enti si sono dati. Ringrazio il commissario straordinario, Attilio Schneck, per la sensibilità dimostrata al tema dell’edilizia scolastica di Thiene, e i dirigenti interessati all’operazione per la loro collaborazione”.

Giovanni Casarotto
Giovanni Casarotto

La firma del protocollo d’intesa tra i due enti permetterà ora di mettere mano al riordino edilizio scolastico e a cominciare a muovere i primi indispensabili passi verso una nuova programmazione urbanistica che renderà possibile la  razionalizzazione delle risorse, degli immobili e della viabilità, con il necessario ammodernamento delle strutture.

Un programma di interventi che era nel programma elettorale dell’amministrazione comunale di Thiene, e che è necessario per garantire e potenziare l’attuale offerta. Al momento, infatti, il Liceo “Corradini” è dislocato in tre sedi, le Medie dell’Istituto Comprensivo in due sedi distanti tra loro, l’Itet “Ceccato” in due sedi ed in altrettante due anche  l’Ipsia “Garbin”.

Tenendo anche conto degli edifici che si trovano a disposizione del Comune già ora (come l’ex Collegio Vescovile e già sede dell’Agenzia delle Entrate fino a poco tempo fa) o a breve (come l’area ex Nordera che l’Ulss 4 inizierà a riconsegnare gradualmente al Comune a partire da luglio ed  entro l’autunno) lo scacchiere si è arricchito di possibilità colte al volo dall’amministrazione comunale per fare i dovuti trasferimenti e cominciare a far partire, fin da quest’estate, i primi cantieri. Questi i punti salienti dell’accordo.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button