Senza categoria

Thiene, l’Istituto Chilesotti è vicecampione mondiale della RoboCup Junior

Può essere davvero soddisfatta, la  squadra dell’Istituto Chilesotti di Thiene, del risultato che ha ottenuto al Campionato Mondiale di Robotica, svoltosi a Joao Pessoa in Brasile. I ragazzi thienesi sono infatti tornati a casa con il titolo di vice Campioni Mondiale nella aategoria Super Team della RescueA, riservata agli under 19. Un risultato davvero brillante,che testimonia eccellenza e che consolida una tradizione che ha visto negli ultimi anni il Chilesotti raggiungere sempre i vertici delle graduatorie durante le competizioni nazionali e ben figurare in quelle internazionali.

“Il Chilesotti – spiega una nuota dell’istituto – rappresentava l’Italia nella categoria RescueA, una competizione, dove il robot deve muoversi in un ambiente che simula un edificio colpito da un disastro con lo scopo di recuperare una vittima; percorso e ambiente che in linea di massima replicava quello affrontato nel campionato italiano. Al termine della prima parte della competizione individuale , che prevedeva sette manche, il team thienese si è classificato al 17 posto su 34 squadre provenienti da tutto il mondo”.

La seconda parte invece prevedeva l’accoppiamento casuale con un altro team e il Chilesotti è stato abbinato alla squadra austriaca. Assieme dovevano cooperare e coordinarsi affinché i robot portassero a termine congiuntamente la missione su di un percorso con caratteristiche e difficoltà sconosciute a tutti e comunicati solo poche ore prima della gara.

E’ qui che i ragazzi del Chilesotti, Lorenzo Parise e  Francesco Savona, hanno dato il meglio di loro stessi rielaborando l’hardware e il software del loro robot e trovando subito un’efficace e collaborativa intesa con il team austriaco. La coppia italo-austriaca è quindi riuscita a completare la propria missione ottenendo il prestigioso secondo posto dietro al team Iran- Germania e davanti alle favoritissime squadre asiatiche. Da notare che la soluzione hardware per il sollevamento della vittima adottata dagli studenti di Thiene è stata al centro dell’interesse di tutte le squadre, che ripetutamente si sono avvicinate per fotografarla e coglierne il funzionamento.

“Ora per gli studenti, – conclude la nota del Chilesotti – ci sono le meritate vacanze, ma sicuramente stanno già pensando a come migliorare il loro robot, sulla scorta dell’esperienza e del confronto con le altre squadre, per essere pronti al prossimo campionato nazionale e puntare alla qualificazione per i mondiali 2015. E’ anche doveroso ringraziare i numerosi privati e associazioni di categoria che hanno sostenuto economicamente l’istituto thienese per affrontare le spese di trasferta, sicuramente impegnative, ma che si sono dimostrate un vero investimento sul futuro dei nostri giovani”.

Articoli correlati

Un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare...
Close
Back to top button