Ovest Vicentino

Terzo Simposio di scultura del legno a Valdagno

Si rinnova in questi giorni, a Valdagno, per il terzo anno consecutivo, l’appuntamento con il “Simposio di Scultura del Legno” che quest’anno, per la prima volta, si svolgerà in parte anche nel centro storico cittadino. Gli organizzatori hanno infatti deciso di far tappa in fondo valle per permettere a l pubblico di ammirare gli artisti, provenienti da tutta Italia, nell’atto di scolpire i pezzi di tronco di pino cembro, materiale nobile e pregiato, che ben si adatta allo scopo. Iniziato ieri, il Simposio si concluderà domenica 20 luglio.

Se l’inizio dell’evento è stato cittadino, dalla giornata di oggi, venerdì 18 luglio, fino al gran finale di domenica pomeriggio, la manifestazione torna nel suo luogo d’origine, nella magnifica cornice della frazione collinare di Castelvecchio, dove all’interno della tradizionale Festa degli Alpini del Gruppo di Castelvecchio trova spazio la chiusura della manifestazione con l’esposizione finale e la premiazione dei partecipanti.

“Lo scopo dell’iniziativa – ha commentato Massimo Pianalto, uno dei responsabili dell’organizzazione – è quello di riprendere la ben conosciuta e riuscita serie tenutasi per ben 17 anni lungo le vie di Recoaro Terme, ospitando artisti che fanno della loro passione per il legno e della loro creatività un mestiere. Mestiere che riporta a tempi lontani con suoni e profumi oramai dimenticati, ma che il cirmolo, un legno d’alta montagna, con il suo caratteristico profumo di resina, saprà rievocare.»

Castelvecchio, con il suo tipico paesaggio prealpino e la sua natura rigogliosa, è la location più adatta per questa iniziativa, che vede la partecipazione di tanti soggetti che, a diverso titolo, contribuiscono alla buona riuscita della manifestazione: Pro Loco di Castelvecchio e Gruppo Alpini locale, Comune di Valdagno, Confcommercio, Comunità Montana Agno Chiampo. Negli stessi giorni della manifestazione, presso la Galleria dei Nani, nel centro storico di Valdagno, sarà allestita una mostra con le opere degli artisti presenti al Simposio, in modo che il pubblico possa meglio conoscere le caratteristiche e le qualità di ogni singolo scultore.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare...
Close
Back to top button