Si presentano a Schio i risultati di “Artimprendo”

Mentre in Italia la disoccupazione giovanile ha raggiunto la quota record del 46%, il vicentino va forse in controtendenza, grazie anche ad alcuni progetti che creano posti di lavoro. Uno di questi è “Artimprendo” destinato ad aspiranti imprenditori dell’artigianato culturale e creativo, i cui risultati saranno presentati al pubblico domani, sabato 5 luglio, alle ore 18.30, a Schio, in occasione del workshop “Impresa contemporanea: un gesto artistico?” nell’ambito del festival “Pulsart Restart”.

Ideato dal Dipartimento di Management dell’Università Ca’ Foscari, finanziato dalla Regione Veneto e realizzato con il supporto operativo del Comune di Schio e il partenariato istituzionale di Cna Vicenza, “Artimprendo” ha visto protagonisti in un percorso di formazione e stage dodici giovani, altrettante aziende dell’Alto Vicentino interessate a sperimentare il connubio tra arte e imprenditorialità e un gruppo di creativi dalle diverse sensibilità espressive tra fotografia, architettura, coreografia, musica e pittura.

In particolare, da febbraio a luglio gli aspiranti imprenditori sono stati chiamati ad apprendere e applicare i “contenuti artistici” del fare impresa, combinando punti di vista manageriali, culturali, artigianali ed estetici. Lo stage retribuito in azienda si è alternato alla formazione in aule speciali rappresentate da officine, show room e magazzini, dove al posto delle lezioni canoniche si sono svolti workshop pensati per far nascere nei partecipanti idee innovative e in grado di essere declinate anche in ambito imprenditoriale, al fine di individuare i tre progetti migliori, destinati a diventare start-up finanziate.

Le diverse esperienze e i risultati del percorso saranno illustrati nel workshop di domani, coordinato dal professor Fabrizio Panozzo (Università Ca’ Foscari, Laboratorio di Managemente delle Arti e della Cultura dell’Università) e al quale prenderanno parte il Sindaco di Schio Valter Orsi, Gianluca D’Inca Levis (Università Ca’ Foscari), Paolo Gubitta (Università di Padova e Fondazione Cuoa), Anna Maria Dall’Alba (Cna Vicenza), Luca Immersi (video artista), Massimo Pupin (Artworks), Nadia Ugolini (Ugolini srl) e Maurizio Zordan (Fondazione Zordan).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *