Provinciavicenzareport

Marano Vicentino, canapa indiana nascosta tra le piante di mais

Succede a Marano Vicentino, patria di quel mais marano riconosciuto come prodotto tipico del nostro territorio per la qualità della polenta che se ne produce. Ma tanto non è bastato, ad uno o più ignoti, che ad una cena accompagnata da polenta preferiscono un dopocena a base di cannabis. Così le piante di mais sono state estirpate e sostituite da una decina di piante di cannabis indica, alte circa un metro e venti, ben occultate fra le piante di mais senza creare una vera e propria radura.

La macchia di vegetazione diversa è stata notata nel pomeriggio dello scorso sabato 5 luglio dal personale della Polizia Provinciale del distaccamento di Thiene durante una perlustrazione a piedi della campagna in Comune di Marano.

“Controllando i campi sull’argine sinistro del torrente denominato Rio delle pietre – racconta il vice ispettore Giancarlo Ferron – abbiamo notato una leggera traccia che s’inoltrava in una coltivazione di mais. Seguendo la traccia abbiamo individuato piante di canapa indiana piantate e abilmente nascoste nella coltivazione stessa”.

Un episodio non nuovo, ma che si distingue per la quantità di piante di cannabis rinvenute, ben dieci, e per la loro ottima qualità, trattandosi di specie indica. Sul posto sono intervenuti in supporto alla Polizia Provinciale il Comandante della polizia locale Nordest di Thiene Giovanni Scarpellini e il ViceCommissario Katia Dal Masetto. Non essendo possibile individuare il responsabile, le piante sono state estirpate e sottoposte a sequestro penale. Del fatto è stata informata la competente Autorità Giudiziaria.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare...
Close
Back to top button