Vicenzavicenzareport

Its Meccatronico, ottimi risultati agli esami e lavoro sicuro per i diplomati

“Prima ancora di terminare gli esami, 35 dei 48 studenti del biennio 2012-2014 dei corsi Its Meccatronico – Nuove Tecnologie per il Made in Italy (comparto Meccatronico di Vicenza) avevano già ricevuto, ed accettato, una proposta di lavoro nell’ambito nel settore per il quale avevano studiato. Altri 10 dieci sono in attesa di una proposta di lavoro pressoché sicura per l’inizio del mese di settembre e, come per i precedenti diplomati Its, le previsioni sono per un’occupazione del 100% a sei mesi dal diploma”.

Elena Donazzan
Elena Donazzan

Così una nota della Regione Veneto, dalla quale traspare non poca soddisfazione per i risultati fatti dai corsi di meccatronica, nelle di Vicenza e Treviso. Supportati dall’assessorato regionale all’istruzione, formazione e lavoro, i corsi si sono infatti conclusi con gli esami finali, e tutti i 48 allievi hanno ben superato le prove. Di questi, 24 hanno superato gli esami del corso per “Tecnico Superiore per l’Automazione ed i Sistemi Meccatronici” della sede di Vicenza, con una media di 86,80 su 100. Altri 24 studenti, nel corso per “Tecnico Superiore per l’Innovazione di Prodotti e Processi Meccanici” della sede di Treviso, hanno fatto registrare la media di 87,70 su 100.

“Questi risultati eccellenti – ha commentato l’assessore regionale all’istruzione, alla formazione e al lavoro, Elena Donazzan – derivano dal lavoro condotto in modo esemplare dai docenti che hanno svolto la loro opera, efficacemente coordinati dal direttore della Fondazione Its, Giorgio Spanevello, e dai rappresentanti delle aziende partecipanti al progetto dove si sono svolti gli stage formativi, fondamentali per dare un risvolto pratico allo studio teorico”.

“Io credo in questi percorsi innovativi – ha aggiunto l’assessore – che proiettano il Veneto nel futuro di una nuova stagione di produzione e di recente ho incontrato un investitore estero interessato al contesto produttivo e formativo della nostra regione, che già aveva notizia dei percorsi di istruzione tecnica e di istruzione tecnica superiore, ritenendolo di grande interesse per le proprie scelte imprenditoriali. La competitività del nostro territorio deve e può aumentare proprio sul fronte della piena sintonia tra scuola e lavoro sulla quale, ne sono convinta, possiamo costruire il Veneto 2020”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button