Senza categoria

Gioco d’azzardo, mozione del gruppo consiliare M5S di Creazzo

Iniziativa del Movimento 5 stelle di Creazzo contro il gioco d’azzardo. Si tratta di una mozione che il gruppo consiliare sottopone al voto del consiglio comunale su questo  “fenomeno – scrivono i consiglieri M5S – dilagante e preoccupante”, chiedendo al Comune di sensibilizzare l’opinione pubblica e promuovere, attraverso, i Servizi Sociali con interventi  educativi e formativi, i talenti e la condivisione della cultura che preserva l’integrità psicofisica delle persone”.

Nella mozione si parla anche di una “rivalutazione ed integrazione del Regolamento dei servizi sociali con norme puntuali, in riferimento al rischio e ai danni da ludopatia, e di una introduzione nello specifico regolamento di previsioni puntuali per la sostenibilità con l’ambiente circostante, di un corretto rapporto con l’utenza e di una difesa attenta e maggiore dei minori e delle fasce a rischio, arginando e reprimendo fenomeni di dipendenza dal gioco”.

Il consiglieri penta stellati propongono anche dei dati che debbono far riflettere: sono 15 milioni, in Italia, i giocatori abituali, di cui 2 milioni a rischio patologico e circa 800.000 i giocatori già definibili ammalati. Sono necessari 5-6 miliardi l’anno per curare i dipendenti dal gioco patologico, mentre dalle tasse sul gioco ne vengono incassati meno di 8. “I dati – sottolinea il M5S – confermano una grande diffusione del gioco anche tra gli adolescenti e le persone più interessate al gioco sono le fasce più deboli e fragili della nostra società, chi ha una minore scolarizzazione, chi ha un lavoro più precario, chi è in difficoltà nel trovare una propria identità”.

“L’Amministrazione autonoma Monopoli di Stato, – continuano – che per lo stato Italiano regola e controlla l’intero comparto dei giochi, conferma la grande espansione del gioco d’azzardo in tutto lo Stivale, il gioco d’azzardo è la terza industria italiana, con il 12% della spesa delle famiglie, una raccolta nazionale di circa 80 miliardi di euro nel 2011, 5.000 aziende,120 mila addetti, 400.000 slot macchine, 6.181 punti gioco autorizzati, il 4%del Pil nazionale, oltre il 15% del mercato europeo e oltre il 4,4% del mercato mondiale, il 23% del mercato mondiale del gioco online”.

Il Movimento 5 Stelle Creazzo vuole “sensibilizzare l’opinione pubblica soprattutto in difesa dei nuovi fruitori del gioco d’azzardo, i giovani. La dipendenza dal gioco è una vera e propria malattia che compromette lo stato di salute fisica e psichica del giocatore, che non riuscirà a uscirne da solo. Il malato di gioco è cronicamente e progressivamente incapace di resistere all’impulso di giocare, e spesso si trova nella condizione di dover chiedere prestiti a usurai o a fonti illegali, oppure di venire arrestato per falsificazione, frode, appropriazione indebita o evasione fiscale mirate a ottenere danaro per giocare. A volte giunge alla perdita del lavoro per assenteismo. Tutto questo produce sofferenza, difficoltà di relazione anche all’interno della famiglia, litigi e vulnerabilità, fino al suicidio. Senza contare che la presenza di punti di gioco attira anche la criminalità spicciola, con furti, scippi e minacce, portando insicurezza e degrado nei paesi e nelle città”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare...
Close
Back to top button