Breaking News
La locandina della prima rappresentazione di "Così fan tutte"
La locandina della prima rappresentazione di "Così fan tutte"

Vicenza, al Teatro Olimpico, va in scena “Così fan tutte”, di Mozart

Appuntamento con l’opera mozartiana, al Teatro Olimpico di Vicenza, venerdì 20 giugno. Nell’ambito della ventitreesima edizione delle Settimane Musicali, c’è infatti in cartellone Così fan tutte , opera buffa scritta da Mozart e andata in scena a Vienna nel 1790, con la quale, dopo Le nozze di Figaro (1786) e Don Giovanni (1787), si conclude la trilogia delle opere italiane del genio salisburghese, composte su libretto di Lorenzo da Ponte. Nell’allestimento che andrà in scena all’Olimpico, la regia  è firmata da Lorenzo Regazzo , mentre sul podio ci sarà il direttore italiano Giovanni Battista Rigon.  Repliche domenica 22 giugno, alle 18, lunedì 23 giugno, alle 20 e mercoledì 25 giugno, sempre  alle 20.

Nel libretto di quest’opera, Da Ponte mette in scena la crudeltà dei rapporti tra i sessi e la pretesa maschile del dominio fisico ed esclusivo su una persona ma, per la prima volta nell’opera buffa, la fedeltà messa alla prova è quella di due dame della buona società. Nonostante l’originalità della vicenda, Da Ponte si concede un fitto intreccio di citazioni che spaziano da Ovidio a Boccaccio, Ariosto, Marivaux e Goldoni.

Raffaella Lupinacci
Raffaella Lupinacci

La Napoli del ’700 fa da sfondo alle avventure di due giovani ufficiali, Guglielmo e Ferrando che, per provare la fedeltà delle rispettive fidanzate Fiordiligi e Dorabella, le corteggiano sotto mentite spoglie. Le avances hanno successo ma ognuna si lascia conquistare dal fidanzato dell’altra. Il cinico Don Alfonso e la cameriera Despina, per amore della burla, organizzano un finto matrimonio, poco prima del quale viene svelato l’intrigo. Le ragazze chiederanno perdono e le due coppie, finalmente riconciliate, si ricomporranno.

Giovanni Battista Rigon, che torna al Teatro Olimpico di Vicenza dopo Le Nozze di Figaro dell’edizione 2013, dirige un cast di giovani cantanti selezionati attraverso un bando promosso dall’associazione culturale Settimane Musicali al Teatro Olimpico.  Le due giovani dame ferraresi sono interpretate da  Arianna Vendittelli,  (Fiordiligi), e Raffaella Lupinacci ( Dorabella). Guglielmo sarà interpretato da Marco Bussi e a Daniele Zanfardino sarà affidato il ruolo di Ferrando.

Ai giovani cantanti si aggiungeranno affermati artisti come la soprano Giovanna Donadini, nel ruolo di Despina e il basso Lorenzo Regazzo, apprezzato interprete della musica di Rossini e Mozart, che, oltre a vestire i panni di Don Alfonso, sarà anche impegnato nella veste di regista. Al cast si affiancheranno infine due prestigiose formazioni, già protagoniste delle passate edizioni: il coro I Polifonici Vicentini, istruito da Pierluigi Comparin, e l’Orchestra di Padova e del Veneto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *