Breaking News

Vicenza, Osservatorio casa fa un bilancio della situazione

In lieve calo nel 2014, a Vicenza, la richiesta di case popolari, sempre elevati gli sfratti, in ripresa le assegnazioni di edilizia residenziale pubblica e i contratti agevolati. E’ questo il bilancio dell’osservatorio comunale per la casa sulla base dei dati raccolti dal settore servizi sociali e abitativi. L’attività dell’osservatorio casa, relativa gli anni 2012 e 2013, è stata presentata oggi, a Palazzo Trissino, dall’assessore alla comunità e alle famiglie Isabella Sala, presenti anche il coordinatore dell’osservatorio, Carlo Cappellari e il coordinatore della commissione congruità Cinzia Cariolato. Va precisato che sono disponibili anche alcuni dati del 2014.

Isabella Sala
Isabella Sala

“L’amministrazione comunale – ha detto Isabella Sala – si è impegnata per un piano straordinario che porterà al recupero di oltre cento appartamenti attualmente chiusi per necessità di manutenzione. Inoltre nel mercato privato si rilancerà il Contratto agevolato e si sperimenterà l’Affitto sociale”. Situazione abitativa dunque, a Vicenza, in chiaro scuro, con molte ombre ma anche con qualche motivo di speranza per la soluzione dei problemi più urgenti.

Quanto all’Osservatorio comunale per la casa, è costituito dalle sei associazioni dei proprietari e degli inquilini firmatarie dell’accordo territoriale per la locazione agevolata, del 1999. Analizza i fenomeni abitativi del territorio per fornire elementi utili all’amministrazione e agli operatori del settore, con particolare riguardo alla locazione. Sono stati raccolti dati analitici ed elaborati grafici sui fenomeni demografici, i flussi migratori e le dinamiche della famiglia, sui fenomeni abitativi relativi alla domanda e all’offerta di alloggi di edilizia residenziale pubblica e di contributi per gli affitti, sugli sfratti, sul patrimonio di edilizia residenziale pubblica e sui contratti a locazione agevolata.

“Quest’anno, nell’ambito delle politiche abitative, – ricorda ancora l’assessore – puntiamo ad alcune azioni che diano impulso alla domanda nel mercato pubblico e, ove possibile, in quello privato. L’emergenza abitativa di oggi richiede il massimo impegno da parte di tutti. Il Comune sta facendo la sua parte. Tra i progetti da segnalare c’è senz’altro quello dell’Affitto sociale che ci vede  impegnati insieme a Caritas, Prefettura, inquilini e proprietari, nel cercare di salvare le situazioni in cui gli inquilini si trovano in morosità incolpevole, e che pur facendo tutti gli sforzi per trovare lavoro e pagare l’affitto sono in affanno. L’affitto sociale prevede un canone abbassato per un anno e la compartecipazione alle spese dei diversi soggetti nella speranza che le famiglie tornino ad avere una loro autonomia e che non sia necessario ricorrere alle procedure di sfratto, molto onerose e pesanti per tutti”.

Le pagine che il sito del Comune di Vicenza www.comune.vicenza.it  dedica a queste tematiche si possono trovare nella sezione “Uffici”, “Settore servizi sociali e abitativi”, “Servizi abitativi”, “Osservatorio casa”  a questo link. E’ anche possibile scaricare tutta la documentazione relativa all’edizione 2012-2013 e agli anni precedenti. In quest’altra pagina proponiamo invece un sunto del bilancio tracciato dall’Osservatorio casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *