Breaking News
Recoaro ed il suo Stabilimento termale - Foto: Lucamenini (creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0/deed.en)
Recoaro ed il suo Stabilimento termale - Foto: Lucamenini (creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0/deed.en)

Recoaro, l’opposizione: “Il Pat porta vantaggi a chi lo ha fatto”

Acque agitate nel Consiglio comunale di Recoaro Terme. Il gruppo civico Sostenere Recoaro ed il Partito Democratico hanno infatti inviato un esposto alla Procura della Repubblica puntando il dito contro il sindaco ed alcuni assessori e consiglieri della maggioranza. Secondo i gruppi di opposizione “nei comportamenti del sindaco e di alcuni componenti della maggioranza, vi sarebbero violazioni della legge”. Lo dice una nota in proposito, firmata dal Pd e dal gruppo consiliare, alla quale ha anche fatto seguito la diffusione di un volantino piuttosto duro ed esplicito.

Al centro del contendere c’è lo strumento urbanistico, il Pat di Recoaro, o più precisamente il fatto che in esso vi sarebbero scelte di gestione territoriale che, secondo i consiglieri di maggioranza, porterebbero vantaggi agli amministratori che hanno ideato il Pat. Amministratori che, per di più, non  si sarebbero neanche astenuti al momento del voto in Consiglio comunale per l’approvazione del Piano, ma avrebbero votato a favore.

“Nel consiglio comunale del 19 marzo scorso – scrivono i gruppi di opposizione – è accaduto che il sindaco Ceola, il vicesindaco Antoniazzi, l’assessore all’urbanistica Viero, l’assessore al Bilancio Storti ed altri consiglieri di maggioranza, anziché astenersi come previsto dalla legge, hanno votato a favore di provvedimenti che sembrano toccare gli interessi loro o di familiari. Diversamente dalle dichiarazioni firmate da sindaco e consiglieri, l’adozione del Pat (Piano di Assetto Territoriale) ha portato trasformazioni in termini di miglioramenti urbanistici vantaggiosi riguardanti terreni od edifici di proprietà loro o di familiari”.

“Se possiamo pensare – prosegue la nota – che i consiglieri non fossero adeguatamente informati, certo questa scusante non può valere per il sindaco e la giunta. Ci dispiace riscontrare come, nonostante i gravi problemi che affliggono il paese, si susseguano comportamenti non consoni alla imparzialità dell’amministrazione comunale. Questa maggioranza rispetta le leggi? Chiediamo che l’assessore all’urbanistica Franco Viero, che ha seguito in prima persona  il Pat, abbia per questo la dignità di dimettersi”.

2 Commenti

  1. TRASPARENZA TRASPARENZA!!! CHE GENTE!!

  2. VERGOGNA .. SI DIMETTANO TUTTI!!! E POI FANNO PURE UN DOPPIO LAVORO!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *